Solo ma vero – Giovanni Bernuzzi

Titolo: Solo ma vero

Autore: Giovanni Bernuzzi

Casa editrice: Happy Hour

Genere: romanzo

Anno di pubblicazione: 2011

Prezzo al pubblico: 12,50 €

Sono un animo semplice: mi piacciono i panini e la birra, preferisco i bar ai ristoranti, le librerie alle biblioteche, gli stivali alle scarpe ed ancor di più stare a piedi nudi”.

Ci sono libri che rimangono nel cuore perché aiutano la naturale evoluzione della coscienza. Giovanni Bernuzzi, nel suo romanzo, pone l’accento proprio su questo aspetto. Scrive di sé, compone un’autobiografia, forse immaginaria, forse vera, in cui parla delle sue letture e dei suoi viaggi. Crea un’atmosfera intima, colloquiale, tant’è che il lettore immagina d’esser lì, con l’autore, seduto in un bar. E così la lettura diventa ascolto e, quasi per magia, si trasforma in propria riflessione.

Solo ma vero è un’opera particolare: parla a tutti, pur non citando gli altri. Alimenta il conflitto tra passato e presente, tra ricordi e conferme. Fa indossare al lettore i panni del viaggiatore casalingo che immagina il mondo dalla sua poltrona. Riconosce alla letteratura un potere salvifico, un’arma di redenzione di fronte cui l’uomo si frammenta e si ricompone.

Bernuzzi è un romantico. Scrive un diario e lo consegna al cuore dei lettori. In alcuni passi sembrerà di leggere un lungo monologo di Bernard, un fiume di sensazioni in cui galleggiano segni e ricordi. Legare le tappe della propria vita al libro che in quel momento stavamo leggendo è un’operazione che mette in mostra la nostra capacità di riconoscerci un’evoluzione. Bernuzzi non medita solo sulla sua storia, che potrebbe essere anche frutto della  fantasia, ma lascia agli altri la possibilità di ritrovare il proprio tempo perduto.

Scrittura asciutta e semplicità di linguaggio sono le altre due ciliegine sulla torta. Un libro consigliato ai nostalgici e a chi fa della letteratura una religione.

Acquistalo scontato su IBS.it, disponibile anche in ebook!

 

0
Martino Ciano

Classe 1982, vive a Tortora, comune della provincia di Cosenza. Promesso ragioniere, lascia la partita doppia per la letteratura, la poesia, la musica e il giornalismo. Si laurea in Scienze Storiche all’Università La Sapienza di Roma. Attualmente è corrispondente per l’emettente televisiva Rete 3 Digiesse. Nel 2011, l’incontro con Gli amanti dei libri, per cui cura la rubrica Amabili letture. Collabora anche con le riviste letterarie Euterpe, Satisfiction e Zona di Disagio di Nicola Vacca. Ama scrivere racconti, alcuni dei quali sono stati pubblicati su siti e riviste on-line. Tra questi, La logica del difetto è nel catalogo dalla Bla - Bookmark Literary Agency di Paolo Melissi. La sua pagina personale facebook è Dispersioni 82. AMABILI LETTURE: I libri che mi piacciono, i classici che mi hanno formato, il profumo delle parole che mi hanno riempito l’anima. Sono un lettore anarchico, che si sposta da un genere all’altro con il solo obiettivo di saziare le mie curiosità. Voglio condividere con voi le mie impressioni sulle opere che mi hanno reso un divoratore di parole. In questo spazio verrà data voce agli esordienti, agli autori dimenticati, ai poeti, ai sognatori, agli irregolari. La letteratura è arte e scrivere d’arte è il mestiere più bello del mondo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?