Non sarà mai inverno – Andrew Nicoll

Titolo: Non sarà mai inverno
Autore: Andrew Nicoll
Casa Editrice: Sonzogno
Anno di pubblicazione: 2012
Pagine: 430
Genere: romanzo
Traduttrice: Paola Bertante
Prezzo: 18.50 €

Chi ci racconta questa storia è Walpurnia, la Santa protettrice della città di Dot. Un paese affacciato sul Mare del Nord. Lei è ovunque (o meglio la sua effige), campeggia sulla torre del campanile, sulle bandiere che sventolano, sui tombini della città e anche nelle case:

“C’erano dei quadri alle pareti: quello di me intenta a pettinarmi la barba, che ogni rispettabile donna dottiana tiene nelle vicinanze del proprio letto” (pag. 79).

Lei vede, controlla e in alcuni casi aiuta magicamente i suoi abitanti. Il primo cittadino di Dot, il buon sindaco Tibo Krovic, vive un’esistenza tranquilla, in cui il lavoro riempie tutto e dà significato alla sua vita. Lui però è innamorato segretamente e da sempre della sua segretaria, la signora Agathe Stopak. Lei è sposata, ma suo marito dopo la morte della loro bambina è cambiato irreversibilmente ed è diventato anaffettivo. Quindi, lei reagisce come può, ovvero, innamorandosi a sua volta del buon sindaco Krovic.

Tibo e Agathe sono due innamorati teneri ed impacciati, che hanno paura di comunicare i loro sentimenti. Nei pranzi al ristorante l’Angelo d’Oro, mamma Cesare, discendente di un’antichissima famiglia di streghe, aiuta Walpurnia a far uscire allo scoperto, lentamente, con tenerezza e rispetto il sentimento che già unisce i due protagonisti. Agathe poi sbaglia clamorosamente e va a vivere con un altro: quello assolutamente sbagliato, quello che la farà soffrire, quello furbo che si dichiara velocemente e che la prende con impeto.

Ecco questa è la trama, semplice vero? Ciò che rende unica la storia è la voce dell’autore, a tratti commovente e in altri comica che fa dialogare il lettore direttamente con la Santa Walpurnia. L’autore usa toni delicati e tratteggia i personaggi con tinte pastello, ma non manca di raccontare la sofferenza. Ed è l’autore stesso che dice:

“In ogni caso, in questa storia, molto più della trama conta il modo in cui viene narrata” (pag. 425).

E’ un bel libro che regala momenti piacevoli, è una storia d’amore che va oltre il classico cliché del romanzo sentimentale. “Non sarà mai inverno” è il romanzo d’esordio del giornalista scozzese Andrew Nicoll ed è già stato tradotto in venti lingue. Spiega l’Amore, i suoi meccanismi; la sua nascita come quella di un fiore che riesce a non appassire nonostante il gelo dell’inverno.

“I fiori nei vasi alle finestre stanno dando un’ennesima prova di coraggio, quelli nei cestini appesi si battono per un’ultima ondata di colore, un finale glorioso di tromba per superare i gerani municipali di Dieresi, gli alberi lungo l’Ampersand sfidano l’autunno, le oche fra le isole si rifiutano di partecipare ai preparativi per la migrazione a sud. E tutti insieme  – fiori, alberi, foglie, uccelli, cani, ubriachi, commesse – intonano in coro: <<Non sarà mai inverno!>> perché la prova è lì in mezzo alla piazza. La signora Agathe Stopak, alta, precoce, rosea e cremosa, seduta sul bordo della fontana, si lascia baciare dai raggi del sole” (pag. 133). 

“Non sarà mai inverno” è allo stesso tempo una fiaba ed una storia reale in cui ci si può ritrovare, è un libro che funziona. Parola di Amante dei Libri!

 Acquistalo scontato su IBS.it, disponibile anche in ebook!

 

0

Ti potrebbero interessare...

  • Andrew Nicoll

    Many thanks for your kind comments. I’m so pleased you liked the book. Thank you again and I hope your New Year is as happy as you have made mine.

    • Silvia De Bernardi

      Thanks a milion! Happy New Year!

Login

Lost your password?