Va’ dove ti porta Venere – Franca Mazzei

Titolo: Va' dove ti porta Venere
Autore: Mazzei Franca
Data di pubbl.: 2012
Casa Editrice: Sonzogno
Genere: Astrologia, Saggi
Pagine: 288
Prezzo: 9.90
INTERVISTA ALL'AUTORE

Ben lontano dalla manualistica di settore per gli addetti ai lavori, il libro di Franca Mazzei, al suo esordio letterario, è fatto per catturare un ampio pubblico di lettori compresi quelli del “non è vero, ma ci credo”. Sì, perché se la chiave di lettura è astrologica, lo snodo è psicologico e affonda le proprie radici nel “mondo infero”- per usare un termine caro al celebre psicoanalista James Hillman- del femminile.

Laureata in lingue e letterature straniere, autrice di testi per radio e tv, Franca Mazzei è anche un’astrologa di grido che, tra Bari e Milano, tiene stage e corsi molto frequentati. Perfino la sottoscritta, che annovera l’astrologia tra i suoi “massimi sistemi” di interpretazione dell’uomo e del mondo, ha avuto la fortuna di incrociarla come docente nei suoi approfondimenti in materia. E’ stato quindi doppiamente bello ritrovare Franca Mazzei, stavolta nella veste di scrittrice, il 27 gennaio 2012 al Bistrò del Tempo Ritrovato a Milano dove, nonostante il freddo e lo sciopero dei mezzi, una sala piena, con gente perfino in piedi, attendeva la presentazione di “Va’ dove ti porta Venere”.

Chi costruisce storie non può farlo senza dar vita a personaggi forniti di un background storico e psichico che possa spiegarne l’evoluzione. Ecco, Franca Mazzei si ferma un passo prima e nel suo libro ritrae, con pennello zodiacale, dodici archetipi femminili- uno per ogni segno-  che costituiscono quella sorta di “inconscio collettivo” che, da sempre, nutre l’ispirazione di scrittori e poeti.  Leggendo, infatti, ci imbattiamo nei tratti tipici delle eroine antiche, moderne e post moderne, nel fascino consumato e diabolico delle presunte cattive, nella fragilità sognante delle romantiche, nella forza appassionata delle guerriere, nella libertà delle amazzoni, nell’accogliente vitalità delle grandi madri, nei capricci e nei vizi di principesse bambine e adolescenti, e perfino nell’intrigante ambivalenza di esseri un po’ androgini.

Dando del “Tu”, quasi a sancire un’amicizia, ad ogni donna dello Zodiaco, Franca Mazzei ci racconta de  “LA DARK LADY” Scorpione “l’unica in grado di comprare l’anima al diavolo,  per poi magari rivendergliela ad un prezzo maggiorato”,  e de “L’EXTRATERRESTRE” Acquario che “daresti la vita per sconfiggere discriminazioni e ingiustizie in nome dell’amore universale, salvo poi maltrattare… un fidanzato che pretende  ‘attenzioni’ la sera che hai deciso che vuoi leggere un libro”. Con ironia Franca Mazzei ritrae dodici irresistibili personalità e modi di amare e si diverte a stuzzicare, ad esempio, quell’”APE REGINA” della Leonessa che, se un uomo vuole mollarla, basta invitarla “… a cena in pizzerie di terz’ordine”. Eh sì, perché il libro comprende, a favore dei signori uomini, una parte dedicata anche al come conquistarla, mollarla ed eventualmente riacchiapparla. C’è poco da riacchiappare la Capricorno “LA DEA DELLA RAGIONE”, fra le più toste, ma l’impresa potrebbe, forse, riuscire con “LA GRANDE MADRE” Toro capace di ri-capitolare se riceve un giuramento di amore eterno e incondizionato di fronte “… ad una lasagna, un paio di crostate e tutto il … parentado”.

Inoltre attraverso delle tabelle è possibile individuare la posizione del pianeta Venere- che governa proprio le questioni di cuore- alla nostra nascita e leggere i profili dettagliati che si originano dalla combinazione del segno solare e di Venere. Così una donna Ariete con Venere in Toro, scoprirà non solo di avere molto in comune con Mina e Claudia Cardinale, ma anche di possedere sfumature un po’ diverse dalla collega Ariete con Venere in Gemelli che, invece, richiama tanto Patty Pravo.

L’opera che ha il grande pregio di poter essere letta dall’inizio alla fine, o dalla fine all’inizio, oppure saltando di palo in frasca seguendo le curiosità del momento, è completata dalle previsioni sull’amore per il 2012 e il 2013  e da una sezione molto “goduriosa” per le donne.  L’autrice, infatti, ci spiega quali sono gli uomini da portare all’altare e quelli da portarsi…. a letto,  mediante l’analisi  della Luna-  la donna ideale di ogni uomo- e di Marte- simbolo della potenza sessuale-, ricavabili, anche qui, da apposite tabelle.

Insomma, potremmo scoprire che quel tipo che ci piaceva tanto, con cui sognavamo una passione devastante da nove settimane ½, ma che non ci degnava di uno sguardo, ha in realtà un tenero Marte in Cancro che “Diciamolo subito: in linea di massima non siamo al cospetto di un mostro d’intraprendenza, passionalità e perversione…può capitare che gli piaccia più immaginarlo che farlo”. Come dire: provare per credere? No, in questo caso, meglio credere- alle stelle-  e non provare.


0
Elena Cartotto

Curiosa e ironica mi piace andare fuori dai sentieri battuti, nei libri come nella vita. Se dovessi scegliere un titolo per raccontare la mia storia sarebbe sicuramente “Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani. Il mio eroe letterario è Sherlock Holmes, l’autore con cui andrei a cena Oscar Wilde e i miei miti storici Gesù di Nazareth e Socrate. Sono un’idealista che ancora si scalda su alcuni temi sociali come dignità umana, libertà, lavoro e giustizia. Le mie passioni sono l’astrologia, la psicologia, il paranormale, la spiritualità e la musica che ci salva da noi stessi, ogni giorno. Per dirla con Vecchioni: “Ho combattuto il cuore dei mulini a vento, insieme ad un vecchio pazzo che si crede me….”.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?