Sabramaelin- Gianmario Mattei

Titolo: Sabramaelin
Autore: Gianmario Mattei
Data di pubbl.: 2021
Casa Editrice: segreti in giallo editore
Genere: Romanzo gotico, romanzo horror, thriller
Pagine: 334
Prezzo: 16.00

Amsterdam, 1890.

Stephan Van Helsing ha ancora tra le mani i diari logori del suo antenato, Boudjiewin Van Helsing e ancora non riesce a credere o a capacitarsi di quello che c’è scritto. Siamo nel pieno dell’epoca positivista dove il mondo e l’uomo si proietta nella modernità e non c’è spazio per leggende di mostri o di creature cattive che vivono nell’ombra. Eppure Stephan, medico e uomo dotto, non riesce a smettere di pensare a quello che ha letto e a ripensare a suo padre Abraham Van Helsing e a quella lettera che gli ha inviato piena di dettagli raccapriccianti. Se si può mettere in dubbio la sanità mentale di un avo vissuto nell’epoca della superstizione secoli addietro, più difficile diventa reputare pazzo il proprio genitore, uno stimato medico noto in tutta Europa che ha trovato la propria Trafalgar nelle terre della corona Britannica. Stephan decide di vederci chiaro, trovare il proprio genitore, aiutarlo nella sua delirante follia e magari scoprire cosa sia successo alla sua adorata madre la cui fine tragica ancora non è chiara a Stephan. Mentre il gentiluomo olandese inizia il suo viaggio continua la narrazione delle avventure di Boudjiewin. Il male che ha affrontato fino a questo momento era solo l’inizio di qualcosa di più oscuro e delirante. Realtà e leggenda si fondono partorendo, sotto gli occhi del sempre più devastato gentiluomo delle fiandre, orrori e incubi difficili da gestire. La vita, per come la conosciamo, potrebbe essere a rischio e solo il debole raggio della speranza incarnata nel sempre più freddo e tenace Boudjiewin può cercare di fermare il male che dilaga.

 

C’è un curioso aneddoto risalente all’Inghilterra Vittoriana. Si menziona di alcuni pugili estremamente abili i cui colpi erano considerati micidiali. Della serie: fai un round e non finisci ko, semplicemente non ti rialzi mai più. A questi personaggi (che fatico davvero a immaginarmi) era fatto divieto, per legge, di partecipare agli incontri e alle competizioni sportive. Erano troppo forti.

Ora vi starete chiedendo perché ho fatto questa premessa. Cosa c’entra questo preambolo con la lettura? Perché parlare di pugili con caratteristiche eccezionali in una recensione che dovrebbe raccontarmi di libri?

Perché qui stiamo parlando di un autore che ha qualcosa in comune con quei pugili. La sua scrittura è potente quanto i colpi che menavano i lottatori britannici. Affascina, colpisce e ti stende. E non ti rialzi. Gianmario Mattei, è un autore completo e raffinato e presenta tutte le sue capacità proprio qui, nel suo nuovo romanzo Sabramaelin. Che tipo di romanzo è?

Non è la classica storia di vampiri che si può trovare in qualsiasi scaffale di fantasy-horror a cui siamo stati eccessivamente abituati con rigurgiti letterari degli ultimi anni. C’è un autore che sicuramente con il suo romanzo dona nuova veste al genere gotico-horror.

Sto parlando di Gianmario Mattei, l’autore di Sabramaelin un romanzo che ha dei contorni gotici, un po’ horror classico e un po’ trhiller e se la batte benissimo con i grandi romanzi che hanno fondato il genere (come quelli scritti da Warpole, Stoker e Shelly) sia per i contenuti, sia per le ambientazioni sia per lo stile, forse un po’ retrò ma che fornisce quel pizzico di realismo in grado di affascinare e di stupire. Ci sono stati momenti in cui mi è parso (e lo dico senza imbarazzo) che la storia raccontata fosse davvero reale tanto era la verosimiglianza e l’abilità descrittiva di Mattei.

In queste pagine, dense di emozione e di lucida follia, è possibile anche sentire una grande maturità stilistica e narrativa che rendono il romanzo non bello, ma bellissimo. Sono assolutamente certo che, se fosse stato scritto da un americano, sarebbe in prima fila nelle classifiche italiane e qualcuno avrebbe già pensato ad adattamenti cinematografici di genere.

Mattei non delude mai. Ogni suo libro è un maledettissimo e geniale capolavoro che merita la lettura e meriterebbe molta più attenzione da parte del pubblico. Sono assolutamente certo che uno scrittore così all’estero farebbe faville.

Non lasciatevelo scappare.

Non ve ne pentirete.

7

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?

Per continuare a navigare su questo sito, accetta l'informativa sui cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi