Letti di notte

letti-di-notte-libri_internaQuesto week end ha visto la città di Catania e molte altre partecipare all’iniziativa Letti di notte 2014, la notte bianca del libro promossa dall’associazione culturale Letteratura rinnovabile e che unisce editori, librerie, biblioteche e lettori. In Sicilia hanno aderito La casa del libro e Biblios Cafè di Siracusa, la libreria Don Chisciotte a Scicli, l’Incantastorie a Milazzo, il Gruppo di lettura a Caltanissetta, la Libreria del Corso a Trapani e la Modusvivendi a Palermo. Da Cavallotto il programma prevedeva un gruppo di lettura, Quelle che non giocano a carte, che già si riunisce una volta al mese nella libreria catanese. Da Punto & Virgola ad Acireale si è iniziato alle 20 con letture per bambini e poi alcuni giochi letterari e non. Nel corso della serata i visitatori sono stati invitati a condividere con il resto del pubblico alcuni brani. Orario di chiusura prevista intorno all’una. L’iniziativa ha coinvolto 60 editori e 250 tra librerie e biblioteche in tutta Italia. «La notte del 21 giugno non è una notte qualunque – scrivono gli organizzatori – È la notte d’inizio estate. La notte più breve dell’anno. E da un paio d’anni è una notte magica dove tutto può accadere… se andate in una libreria. Una vera festa collettiva del libro, condivisa e organizzata insieme a tantissimi editori, librai, bibliotecari, autori, poeti, artisti e lettori per far scoprire la vera forza dei libri». Nata nel 2012 da un’idea di Claudia Tarolo e Marco Zapparoli, fondatori di Letteratura rinnovabile e editori di Marcos y Marcos, e di Patrizio Zurru, libraio di Piazza Repubblica Libri, l’iniziativa lo scorso anno ha coinvolto più di 20mila persone.

0

Ti potrebbero interessare...

Login