GIVEAWAY – IL TESTIMONE

GIVEAWAY

IL TESTIMONE

COME SI VINCE?

Basta rispondere alla richiesta sotto riportata entro domenica 28 ottobre alle ore 21 commentando questo post.
La redazione sceglierà un vincitore tra i partecipanti, individuando chi ha formulato il post più originale e attinente alla richiesta (il giudizio è insindacabile). Dopo che avremo verificato l’iscrizione alla nostra newsletter, a questi sarà attribuita una copia del romanzo “IL TESTMONE” di Nora Roberts – Timecrime.
* Il libro in palio è messo a disposizione dall’editore in forma di omaggio secondo la normativa prevista dal dpr 633 del 1972 che regolamenta i concorsi.

RISPONDI ALLA DOMANDA:

DI QUALE EVENTO NON VORRESTE MAI ESSERE TESTIMONI?

LA TRAMA DEL LIBRO
Chicago, 2000. La sedicenne Elizabeth Fitch è dotata di un’intelligenza superiore alla media e si attiene scrupolosamente alla rigida tabella di marcia ideata per lei dalla madre. Finché un giorno decide di trasgredire le regole: si ubriaca in un locale notturno e si lascia trascinare in una villa sulla Lake Shore da un seducente uomo dall’accento russo. Ma lì assiste a qualcosa che non doveva vedere e che cambierà radicalmente la sua vita. Arkansas, 2012. Abigail Lowery vive in una piccola città abbarbicata tra le montagne della regione degli Ozark. Nella sua casa tra i boschi, progetta sofisticati sistemi di sicurezza, e i suoi unici compagni sono un cane feroce e un vasto assortimento di armi da fuoco. Conduce un’esistenza appartata, parla poco e non racconta mai nulla di sé. La sola presenza che tollera è quella del commissario di polizia Brooks Gleason, affascinato dalla sua natura solitaria. Gleason è il solo che abbia intuito il bisogno di protezione di Abigail, anche se non immagina che le sue difese servano a nascondere una storia che un giorno, fatalmente, dovrà essere rivelata… Un’eroina indimenticabile e un ritmo che non lascia tregua. Nora Roberts costruisce un thriller solido che conquisterà completamente i lettori.

L’AUTORE

http://www.noraroberts.com/aboutnora/bio.php

LA STAMPA
“Il testimone è talmente avvincente da generare una vera e propria dipendenza nel lettore. Leggetelo, e vi terrà svegli fino a tarda notte.”- Booklist

“Un thriller all’altezza dei migliori maestri del genere.” – Publishers Weekly
“I libri di Nora Roberts creano dipendenza.” – The New York Times

INFO:

http://www.timecrime.it/libro.php?id=11317

Il vincitore è…

Maria

(27 ottobre, 18:38)

Il vincitore è pregato di contattare la redazione all’indirizzo concorso@gliamantideilibri.it entro e non oltre giovedì 1 novembre.

0

Ti potrebbero interessare...

  • Elena Vergani

    non vorrei mai essere presente ad un’azione di violenza fi
    sica

  • Rosa

    Questa domanda è davvero difficile, ci sono mille cose alle quali non vorrei assistere o per paura o per rabbia o per impotenza ma se dovessi “scegliere” un evento direi la guerra. Non vorrei assistere all’angoscia di popoli martoriati ed impotenti, non vorrei essere testimone di soprusi o di violenza nei confronti dei più deboli, non vorrei mai incrociare lo sguardo di un bambino che ha perso la sua famiglia sotto il fuoco nemico… penso che non potrei fare mai l’inviato di guerra o il reporter.

  • Liz

    Della distruzione della flora e della fauna del pianeta terra!!!

  • Sary88

    Bella domanda e risposa difficile, almeno per me…
    Non vorrei assistere a molte cose, come: la sofferenza, la malattia, la povertà, la guerra, la violenza e la Morte, anche se per lavoro (sono infermiera) purtroppo spesso devo conviverci la morte è sempre la cosa peggiore a cui assistere..

  • La signora delle camelie

    Non potrei mai assistere a una veglia funebre di una persona cara: piuttosto di dirle addio, negherei sempre a me stessa la realtà dei fatti. È una cosa che non posso accettare. L’addio, il concetto di definitivo, il tempo passato… sono tutte cose che eviterò, per quanto mi sarà possibile.

  • Francesco

    Non vorrei mai essere testimone di una classe politica lontana dai bisogni del proprio Paese, che lo riduce a un vuoto contenitore da usare a piacimento mentre la gente, fuori dai palazzi del potere, vive drammi umani e sociali. Non vorrei mai esserne testimone, ma soprattutto non vorrei mai esserne complice, ed ecco perchè bisogna uscire dal pensiero che “tanto sono tutti uguali”, e fare delle scelte, metterci la faccia, darsi da fare per cambiare il presente. E il futuro…

  • Antonella Montesanti

    Non vorrei mai essere presente ad una violenza subita da una persona a me molto cara

  • marilena

    NON VORREI MAI ESSERE TESTIMONE DELL’INDIFFERENZA DELLA GENTE CHE, DI FRONTE ALLE DIFFICOLTà DEGLI ALTRI, NON SI PERMETTE DI REGALARE NEMMENO UN SORRISO!!!

  • chiara ciofolo

    Salve!
    Una domandona questa!
    Ma se dovessi scegliere..Non vorrei mai essere testimone alla fine del mondo.Ma non intesa come guerra o atto violento.Ma intesa come Terra.
    Amo la natura,l’aria fresca,il cielo limpido,le acque pulite, ma purtroppo so che tutto ciò non è infinito, e tutto questo grazie all’uomo, che ogni giorno sporca sempre più la Terra, la marchia in modo indelebile, definendolo Progresso..
    Non vorrei essere testimone quando un giorno la mia amata Terra non riuscirà più a rigenerarsi e si spegnerà..e noi con lei.

    hegles@inwind.it

  • cristina

    Sono una fan di Topolino, da sempre. Vi chiederete cosa c’entra questo con la domanda posta. Beh, c’entra, eccome ! Amo Topolino perchè ha fermato il tempo, e i personaggi sono rimasti sempre uguali. Nonna Papera continua a sfornare le sue torte, non è morta. Paperino è sempre il solito pasticcione, non è diventato troppo vecchio per poter avere delle avventure. Qui, Quo e Qua sono sempre delle Giovani Marmotte, e ora non sono andati all’università. Topolino è una certezza. Niente è cambiato, e niente cambierà. Ecco, io vorrei che la vita della mia famiglia fosse così. Non voglio vedere i miei genitori, già molto invecchiati, morire. Non vorrei essere testimone del fatto che la gente cambia nel tempo. Voglio vivere per sempre così, su questo divano,a guardare la Tv, la sera. Con mio marito vicino, che è sempre giovane, col mio gatto che non è invecchiato, col mio cane, che non è mai morto.

  • Simona G.

    Beh ci sono tante cose che non vorrei assolutamente vivere ed esserne testimone, ci sono quelle scontate come un atto di violenza o un omicidio e quelle un pò più ridicole,ma che per una fifona sono assolutamente da evitare, come per esempio dover assistere con anestesia locale ad un mio intervento….io ho la fobia del sangue, anche solo parlarne mi provoca una diminuzione della pressione arteriosa e mi fa venire una scossa come un flusso di sangue dai piedi alla testa. La mia paura non é solo alla vista del sangue, ma anche parlare di trasfusioni, di operazioni,malattie…..anche una semplice pressione del laccio emostatico (per misurare la pressione) mi fa venire nausea,tremore e ansia per la paura che le mie vene possano scoppiare!!

    simonagiveaway@libero.it

  • daniela

    azioni di violenza e di abuso

  • Pippo

    di uno stupro su un minore

  • Laura

    Non vorrei mai essere “testimone di nozze” dell’uomo di cui sono innamorata …………

  • Sergio

    Non vorrei essere testimone di nozze della mia ex ragazza, perché me lo ha chiesto. Lo ha fatto così, come si chiedono le crocette dal panettiere. Non ci sarebbe nulla di male se quello che sposa non fosse il mio migliore amico.
    È un insieme di cose, no? Starmene lì, tutto perfetto e profumato mentre lui le alza la veletta, lei lo bacia e io sono lì apposta per verificare che lo facciano.
    È come rimanere immobile mentre ti rubano non uno ma due portafogli, e vedi il ladro andare via, e gli sorridi pure, e gli lanci il riso.

  • caterina

    Non vorrei mai essere testimone dei momenti di morte

  • tiziana

    purtroppo mi è capitato con la morte di mio papà.eravamo soli. Non si dimenticano i rantoli, l’impotenza, gli occhi che cercano di parlarti x l’ultima volta, forse il dolore e la paura che aveva…e tu puoi solo dirgli la cosa che pensi sia più importante: ti voglio bene papà’! Con la consapevolezza che non lo dirai più e che ora sai di averlo detto poche volte. Scusate l’argomento magari non da gioco internet, ma è questo che non vorrei più assistere, alla perdita di persone care.

  • ALFONSINA

    nn vorrei assistere ai litigi, sono inutili, sprechi tempo nel farlo. Vorrei un mondo di pace

  • francesca

    non voirrei mai essere testimone di una violeza, si fisica che psicologica, su una persona a me cara, perchè non potrei piu rispondere delle mie azioni

  • http://libriepopcorn.blogspot.it/ Ladycooman

    NON VORRESTE MAI ESSERE TESTIMONE del rogo di un libro sia in senso fisico ma anche inteso come censura del libro stesso.

  • Marco

    Ho viaggiato per lavoro e per piacere nei posti più strani del mondo. Ho assistito a scene di violenza fisica, psicologica e verbale. Ho visto morire amici e sconosciuti. Dopo lo sconcerto iniziale, l’uomo si abitua a tutto spostando sempre un po’ piu’ in la’ il senso del pudore. Ho visto nascere bambini di tutte le razze e colori ed avere la fortuna di assistere ad un parto e’ una sensazione inimmaginabile di gioia e continuita’. La violenza sui bambini e’ insopportabile perché uccide il nostro stesso futuro!

  • Ele Saia

    La morte – di chiunque o qualunque cosa si tratti – è sempre la fine di qualcosa di importante. E vorresti che le cose belle non finiscano mai. Perchè la vita è meravigliosa.

  • Alessandra

    Non vorrei mai essere testimone in un processo di omicidio (peggio ancora se si tratta di processi di mafia o di camorra…).La testimonianza è una cosa seria,impegnativa,può cambiare la vita delle persone per sempre ed è sotto giuramento.Anche se in Italia è molto spesso sottovalutata:basti pensare alla falsa testimonianza che molti,purtroppo,non “vivono” neanche come un reato.

  • Marty

    Non vorrei mai -più – assistere allo spettacolo sconcertante di entrare in libreria e trovare una parete con solo le 50 sfumature e simili…

  • Silvia

    non vorrei essere testimone di un atto di violenza su un animale.
    anzi, vorrei esserlo per impedirlo, per aiutare un essere che non può difendersi da solo e per combattere l’ignoranza dell’uomo che considera tutte le forme di vita sulla terra di sua proprietà.

  • Raffaella

    Ovviamente non vorrei assistere ad atti di violenza, credo anche che l’indifferenza delle persone che per paura o altro girano la testa dall’altra parte in una situazione di pericolo o di violenza mi farebbe rabbrividire!!!

  • anna

    di quale evento non vorrei essere testimone…mmm… più che non essere testimone,penso di non volere essere una testimone impotente di fronte a un evento,qualsiasi esso sia, come nel caso di una calamità naturale.

  • Alessandra V.

    Non vorrei mai essere testimone di qualcosa che finisce; che sia una vita, che sia il mondo, che sia un amore o un’amicizia non voglio vederli finire.

  • Jus.tice

    L’unico evento del quale non vorrei mai e poi mai esser testimone è quello che invece sta prendendo forma davanti ai nostri occhi, giorno dopo giorno. Il lento ed inesorabile declino della civiltà occidentale ed in particolare della società italiana, che per lungo tempo è stata la culla della cultura, dell’arte, dell’intelligenza e del progresso, e che ora è miseramente brutalizzata e dilaniata da un branco di biechi sciacalli il cui compito dovrebbe invece essere quello di guidarci verso un futuro migliore.

  • Chiara

    Non vorrei mai essere testimone di una violenza che non posso impedire, di una sofferenza che non posso alleviare, di un dolore che non posso cancellare, e ai quali dover assistere impotente, senza poter intervenire.

  • debora

    non vorrei mai essere testimone di un atto di eutanasia

  • Sergio

    Poiché non posso parlare del matrimonio della mia ex, dico che non vorrei assistere ad alcuna forma di censura. O, se deve esserci, che sia una censura ragionata: che attinga dal buonsenso. È sempre doloroso vedere una persona indicarne un’altra per lasciarla al suo posto, a capo chino, inibita, a volte terrorizzata da tanto potere.

  • Adriana

    Domanda alquanto interessante…
    Ottimo argomento, in tema con il libro.
    Chi e’ che sa rispondere con sicurezza, senza pensarci due volte a questa domanda?
    Credo nessuno, poiche’ quest’ultima ha varie risposte, alcune scontate, altre meno, ma non per questo meno valide.
    Personalmente, c’è qualcosa alla quale non potrei mai e poi mai assistere.
    Non potrei mai assistere all’umiliazione carnale o psicologica nei confronti di una persona mossa da uno o piu’ soggetti senza poter intervenire.
    E’ questa la vera morte, a mio parere.
    Non e’ dormire per sempre.
    E’… L’annullamento della propria persona, della propria dignita’.

    Restare a guardare una persona, un animale o un uomo d’esperienza, come un anziano, subire umiliazioni, percosse, violenza di qualsiasi tipo e genere che opprima la sua liberta’ personale e la propria dignita’ di essere vivente in silenzio, senza possibilita’ di ribellione, per paura o per debolezza, sarebbe uno strappo al cuore infinito e non potrei riuscire a stare zitta ed in silenzio anche io, sarebbe un tormento che mi consumerebbe.
    D’altro canto, anche la morte, l’ineluttabile morte, che tutto prende e porta via con se’ per l’eternità, senza lasciare via di scampo, sarebbe davvero difficile da guardare negli occhi…La morte, che e’ l’unica vera certezza della nostra vita…
    Ma la morte e’ l’inevitabile, arriva e non puoi farci nulla, non puoi fermarla,puoi provare ad evitarla ma quando arriva, ecco quando arriva devi lasciarla passare e farle l’inchino poiche’ e’ suprema quanto la vita stessa, poiche’ e’ un mistero senza trasparenze, non possiamo sapere dove ci guidera’ ne’ se la nostra anima smettera’ di essere e cessera’ di esistere insieme al nostro corpo… Vedere la morte con gli occhi credo sia una delle cose piu forti al mondo, piu difficili da dimenticare e piu indelebili nel nostro inconcio, ma non sapremo mai dire cosa c’e’ dopo, non possiamo dire quale sia il senso della nascita e della morte stessa…

    …Ma guardare la vita venire spezzata, venire compromessa, venire sminuita così… con la derisione, con la violenza, con soprusi gratuiti… e’ uno sputo in faccia all’umanita’, poiche’ in quel momento non parliamo di esseri umani, ma di bestie, senza cervello e senza cuore.

    Ricordo che Einstein diceva:
    L’uomo ha inventato la bomba atomica, ma nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi.
    Siamo egoisti, siamo superbi, siamo incoscienti e giorno per giorno perdiamo un po’ di buon senso.
    Essere testimoni gia’ ogni giorno di quello che succede nel mondo e’ dura,figurarati assistere in prima persona a questo scempio cosa deve voler dire.
    Potrei vomitare di dolore, non riuscirei a dormire di notte.
    E la cosa tremenda e’ che ne sono gia testimone…
    perche’ queste cose accadono nel mio stesso mondo… assurdo vero?

  • Stefania C.

    Non vorrei mai essere testimone del maltrattamento di un bambino. I bambini sono degli angeli e non devono essere MAI picchiati.

  • Gianluca D. T.

    Non vorrei mai essere testimone di un terremoto, un evento che può toglierti tutto e ucciderti in pochi istanti…

  • maria

    Avrei voluto tanto essere esser testimone quando ci fu l’attentato in via D’Amelio e fu rubata l’agenda rossa,mai più ritrovata. Avrei voluto essere testimone tutte le volte che una ragazzina viene violentata sotto l’indifferenza dei passanti. Avrei voluto tanto essere testimone tanto essere testimone di tutti quegli abusi che son costretti a subire i bimbi contesi da genitori che si separano. Avrei tanto voluto essere testimone a tutte le volte che un padre ubriaco torna a casa e schiaffeggia moglie e figli. Ecco, in tutte queste occasioni, io non c’ero e nessuno a ha testimoniato o parlato. E pertanto a questa domanda posso solo rispondere : no, non c’è un’unica occasione dove non voglia io essere esser testimone. Sono stata assente già troppe volte. E con me, l’indifferenza e la omertà degli altri

    • Stefania C.

      Complimenti, mi è proprio piaciuta la tua frase!! Premio davvero meritato. ciao

      • maria

        grazie :)

    • maria

      azz ma sono io!!!!!!!!!!!!!!! non ci posso credere!!1 grazie infinite :)

  • Franceschina

    La violenza fisica su un bambino. è quello che più mi fa paura e mi disgusta di più!

  • simona

    io spero di non dover mai assistere ad atti di violenza fisica estrema

  • luisa

    Non vorrei mai essere testimone di una giornata che non sorga, di un sole che non ci riscaldi, di luce che non ci illumini, di pioggia che non ci bagni, di una natura che si ammali e si spenga…

  • Augusto

    Non vorrei mai essere testimone della prepotenza non potendo avere i mezzi per provare a fermarla

  • spenk

    non vorrei mai essere testimone di un matrimonio. Costa troppo! :)

  • Marika

    Non vorrei mai esser testimone di una madre e un padre che piangono la morte del proprio figlio… perchè credo che forse nella vita si possa superare qualsiasi dolore, tranne quello innaturale e contro natura di un genitore che sopravvive ad un figlio.

  • Angie

    Non vorrei essere mai testimone della perdita della passione.
    Passione in tutti i campi, dal lavoro all’ amore, passione nella vita..
    Ogni giorno, nella situazione in cui ci troviamo, è messa a dura prova, ma solo la passione ci può permettere di raggiungere i nostri sogni perché la passione permette la perseveranza e la determinazione!
    Passione è amore, e senza questa la vita sarebbe incolore..
    Non vorrei mai assistere a questo.

  • Vanessa

    Non sopporto la violenza, non posso e non vorrei mai essere testimone di un episodio di violenza nei confronti di persone e animali…

  • laura

    Non vorrei mai essere testimone del tradimento di me stessa, quando mento per non ferire. Ma la vita è anche così.

  • Egle

    Non vorrei mai vedere una persona che amo fare qualcosa di orribile. Senza scusanti. Senza attenuanti. Fare semplicemente qualcosa di così orribile da non poter essere giustificato, perdonato o dimenticato. Mi si spezzerebbe il cuore.

  • Lucia

    Non vorrei mai essere testimone della vittoria incontrastata e GLOBALE del Male sul Bene. Molto vago vero? Eppure c’è chi crede che la speranza abbia un termine, che stia per esaurirsi quel contagocce. Ed io non voglio vederlo. Non voglio vedere cadere l’ultimo albero, morire l’ultimo bambino; non voglio vedere l’ultima moneta finire in mano ad un ricco tolta dalle mani di un povero; non voglio vedere la fine dell’umanità, della pietà, della generosità. Non voglio vedere finire il Mondo.
    Finchè si potrà ancora cogliere un fiore, aiutare un estraneo in maniera disinteressata, offrire generosamente i propri beni per gli altri allora sono convinta che si potrà sempre cambiare, rovesciare la medaglia.
    Il male non si debella, ma limitarlo è possibile. Non voglio vedere il baratro che ci risucchia tutti.

Login