Messaggi nei libri di tutta Italia con “Chi lascia un biglietto, lascia un tesoro”

Avete mai lanciato una bottiglia con un messaggio nel mare? Mai fatto volare lanterne cinesi o inciso una scritta su una corteccia? La studentessa ventitreenne amante della lettura Luana Cau, lancia su Facebook l’iniziativa “Chi lascia un biglietto, lascia un tesoro”.

Il gioco è molto semplice e coinvolgente, si tratta di scrivere un proprio pensiero su un classico bigliettino e lasciarlo tra le pagine di un libro in una qualsiasi libreria o biblioteca. Nel biglietto, oltre al proprio pensiero firmato o meno, nella parte finale va inserita la dicitura “Raggiungici su Facebook, alla pagina Un Buon libro un ottimo amico”, pagina creata dalla studentessa cagliaritana di Giurisprudenza che conta più di ventimila fans, molti desiderosi di partecipare alla simpatica spedizione di pizzini in tutta Italia. “Ne hanno trovato uno perfino in una libreria di Cambridge” afferma un’elettrizzata Luana che invita a raccontare sul web il pensiero trovato o a postarne la foto.

La missione è la pura condivisione di pensieri e citazioni nonché la voglia di aprire, sfogliare, leggere e appassionarsi ai libri. Spiega così Luana “In quei fogli abbiamo chiesto a chi ci sta di scrivere citazioni da altri libri, oppure i propri pensieri, auguri, consigli, confidenze. Poi, se vogliono, possono firmarsi, anche con uno pseudonimo, e scrivere un indizio geografico o il nome della libreria. Perché le vie della lettura sono infinite: noi abbiamo bisogno della lettura, ma anche la lettura ha bisogno di noi. E questo mi è sembrato un modo per aiutarci a riconquistare il gusto di leggere”.  

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?