Il canto delle ombre – Camilla Morgan Davis

Titolo: Il canto delle ombre
Autore: Morgan-Davis Camilla
Data di pubbl.: 2012
Casa Editrice: Zero91 Edizioni
Genere: Urban fantasy
Pagine: 216
Prezzo: 15

Secondo capitolo della saga urban fantasy che ha come protagonista Maila. Maila desidera essere una ragazza normale: le piace la musica e vorrebbe amare come tutte le adolescenti, ma il suo amato Ren è prigioniero dei nemici della sua specie. Maila è infatti una licantropa e dovrà accettare la propria natura per aiutare il suo popolo e contemporaneamente ritrovare il suo amore che è stato imprigionato dai Disincarnati. Questo gruppo erede degli antichi inquisitori cerca l’Arma Celeste, ovvero  un pericoloso veleno che potrà sterminare ogni licantropo sulla faccia della terra.

Il dono di Maila è quello di vedere la realtà attraverso i suoi sogni e quindi potrà scoprire dove si trova la prigione dove è tenuto Ren insieme ad altri licantropi. I sogni, però,  scoprirà Maila, rappresentano un pericolo. Infatti se da un lato costituiranno la chiave per identificare il luogo dove è tenuto recluso il suo amato, dall’altro potranno anche essere facilmente manipolati  dai Velatori, demoni della dimensione del sogno che cercano di tornare a vivere sulla Terra.

“I sogni non sono realtà dolci e affabili come è diffuso pensare. Non possiamo fidarci di loro” ……

“Durante il sonno i Velatori riescono ad accedere alla tua mente.Vedono i tuoi pensieri e i tuoi ricordi …. per  manipolarli”.

Maila dovrà lottare di notte per non essere manipolata durante i suoi sogni e distinguere quello che la Luna le rivela dagli inganni dei Demoni, ma dovrà combattere anche di giorno per trovare Ren ed evitare che i Disincarnati s’impossessino dell’arma letale che può distruggere tutta la sua razza.

L’atmosfera dark pervade le pagine del libro: si avverte la tensione, la paura e le emozioni dei protagonisti scorrere tra le righe. Niente è lasciato all’immaginazione, tutto è mostrato: amore, violenza, passione, tentazioni. Tutto è vivo, in un crescendo continuo in cui il lettore deve stare ben attento, proprio come la protagonista, a capire dove sta la realtà e dove l’illusione, a comprendere la mistificazione del sogno in un misto di poesia e lirismo, sangue e sofferenza, passione e mistero.

L’autrice riesce a bilanciare la sua tavolozza dei colori: il nero della notte, il rosso del sangue, il rosa della poesia. Una forza emotiva che si avviluppa  di capitolo in capitolo fino al cliffhanger finale che apre la strada al prossimo libro della saga.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?