Cabine telefoniche per barattare libri

Cabina telefonica libreria (foto, greenme.it)

greenMe.it In America dove c’era il telefono pubblico ora ci sono i libri: l’architetto John Locke ha pensato di riqualificare le vecchie cabine telefoniche che si trovano ancora per le strade di New York trasformandole in librerie dove si possono barattare (autonomamente) i libri. Idea originale per riportare a nuova vita il bookcrossing ed incentivare la lettura; allo stesso modo, questo pare un ulteriore modo per andare incontro a chi, per colpa della crisi, si trova costretto a rinunciare a comprare romanzi e saggi. Il progetto studiato dall’architetto prevede che ognuno possa lasciare o prendere libri usati. Ma dopo che nell’arco di 6 ore i libri sono spariti dalla prima cabina, Locke ha deciso di inserire un logo su ogni volume e posizionare il punto scambio vicino ad una stazione. Inserito nella rete di interventi “Department of urban betterment”, il progetto si pone anche l’obiettivo di impedire la scomparsa di un accessorio urbano comune e “storico” come la cabina telefonica.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?

Per continuare a navigare su questo sito, accetta l'informativa sui cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi