Tutte le poesie – Nelo Risi

Titolo: Tutte le poesie
Autore: Nelo Risi
Data di pubbl.: 2020
Casa Editrice: Mondadori
Genere: Poesia
Pagine: 495
Prezzo: € 22,00

 

Con Nelo Risi scompare (il poeta è morto a Roma il 17 settembre 2015) l’ultimo dei grandi nomi della poesia italiana del secondo Novecento.

Già dalle prime opere ha sempre considerato la poesia un atto politico e con chiarezza antimetaforica i suoi versi hanno sempre ricercato l’essenzialità del detto quotidiano.

A cinque anni dalla sua morte  Mondadori nella collana Oscar moderni  Baobab pubblica Tutte le poesie.

La sua lezione razionale e antiretorica oggi ha i suoi infiniti perché ancora tutti da leggere e da scoprire.

«Bisogna  che il poeta oggi – scrive Risi – si renda conto che non ha nessuna missione da compiere: deve ridimensionarsi e muovere coi piedi ben saldi  sulla realtà se vuole ottenere un risultato non effimero nel senso di quella grazia che non è appannaggio dei mistici se lo stesso Marx la poneva come traguardo del sogno rivoluzionario»

La poesia per Nelo Risi è un grido che appartiene all’artista come alle vittime,   in questo senso è sociale e appartiene a  tutti.
La lingua che Nelo Risi usa per scrivere poesie è quella di un parlato attento a tutti i mutamenti del quotidiano, sempre interessato a un rapporto immanente con le cose che si mescolano nei giorni e si sporcano di un vissuto tutto da raccontare e da attraversare.
Nel 2006 Mondadori pubblica in un Oscar che raccoglie la sua produzione poetica: Di certe cose (poesie 1953, 2005). Adesso e per fortuna Risi torna in libreria con questo volume di cinquecento pagine che raccoglie tutta la sua produzione

Franco Fortini nel suo libro Poeti del novecento (Laterza editori) scrisse che la poesia di Nelo Risi rappresenta un unicum che finalmente archivia e rompe definitivamente con istanze spirituali e simboliste.

Il poeta non rinuncia mai  a una scrittura netta, vitale e comunicativa, qualità che hanno sempre caratterizzato la sua poesia.

I suoi ultimi libri (Risonanze, Altro da dire, Ruggine, Né il giorno né l’ora) lo vedono impegnato a scavare nelle angosce della sua epoca. Ognuno di questi testi rappresenta un frammento di un complesso diario irregolare in cui il poeta medita sulle cose del mondo consumato dal passaggio inesorabile del tempo.

L’opera di Nelo Risi è un viaggio nel tempo e nella storia del quotidiano di incontri, persone e cose,  In una sempre convincente sintesi poetica, Risi ha sempre riassunto e rappresentato lo spirito, le atmosfere e il senso dei mutamenti di un ampio e quanto mai contraddittorio periodo della nostra storia.

Nelo Risi, infatti, si è sempre definito un poeta civile, che dai suoi esordì fino ai suoi libri più recenti, ha sempre scritto i suoi versi avvalendosi di una elegante limpidezza. Il suo sguardo è sempre rivolto  alla la realtà che lo circonda e che «ci parla di certe cose, che dette in versi suonano meglio che in prosa» .

Poeta di ferma pronuncia razionale, antiretorico per eccellenza, estraneo a mode e correnti,  Risi ha sempre espresso la complessità del reale con una semplicità comunicativa.

Nelo Risi amava fare poesia per Pensieri elementari (questo è anche il titolo di un suo libro del 1961) e soprattutto non si è mai nascosto dietro le parole per raccontare il reale nelle sue molteplici mutazioni e contraddizioni.

 

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?