Premio Vittoria Aganoor: Daniele Morante è il vincitore

È Daniele Morante con L’amata, lettere di e a Elsa Morante il vincitore della prima sezione della XIV edizione del Premio Vittoria Aganoor, riservata ad opere in lingua italiana nelle quali vengono pubblicati carteggi o corrispondenze epistolari di figure rappresentative della cultura italiana.

Il Premio promosso dall’Amministrazione comunale di Magione (PG), primo in Italia ad aver avviato un percorso di approfondimento sul lavoro fatto da studiosi sui carteggi, è suddiviso in tre sezioni; nella prima appunto vengono premiate pubblicazioni in lingua italiana di carteggi e/o corrispondenze epistolari di figure culturali celebri. I carteggi o gli epistolari devono essere trascritti e curati seguendo rigorosi criteri filologici dichiarati dal curatore e le opere devono essere state stampate nei tre anni precedenti la data di pubblicazione del bando. La seconda sezione del premio “Vittoria Aganoor Pompilj” è riservata a componimenti inediti sotto forma di lettera su un tema stabilito annualmente. Tema dell’edizione 2013 è la “Felicità” ispirato alla frase: “Ma prima sappi che sono tanto felice che non sento neppure…” tratta da: Aganoor la brezza e il vento. Corrispondenza di Vittoria Aganoor a Guido Pompilj, a cura di Lucia Ciani, Edizioni NUOVA S1, Bologna, 2004. La terza sezione “Pensiero libero”, proposta in collaborazione con la biblioteca Comunale Augusta di Perugia, è riservata a componimenti brevi, espressione della modalità contemporanea di corrispondere. Il premio è riservato a studenti della Scuola secondaria di secondo grado.

Fanno parte delle giuria della prima sezione Clara Sereni (scrittrice) presidente, Adriana Chemello (Università di Padova), Claudia Minciotti (storica), Isabella Nardi (Università di Perugia), Mino Lorusso (giornalista), Maurizio Tarantino (Biblioteche Comune Perugia), Mario Squadroni (Soprintendente archivistico Umbria) e Massimiliano Tortora (Università di Perugia). La giuria, che quest’anno ha selezionato, tra le pubblicazioni di carteggi usciti negli ultimi due anni, otto titoli da portare in finale, ha dichiarato vincitore Daniele Morante per la raccolta di lettere della scrittrice con la seguente motivazione: «Questo è un corposo volume che pubblica una interessante scelta di lettere tratte dallo sterminato epistolario di Elsa Morante, curata da Daniele Morante con la collaborazione di Giuliana Zagra. I quattro capitoli sono ben costruiti e arricchiti da utili note esplicative, così come è molto utile la cronologia premessa ad ognuno di essi. Molto ben fatta l’introduzione, che in modo chiaro e sintetico delinea la struttura della raccolta e ne spiega le ragioni di fondo: mettere a fuoco la personalità della scrittrice incrociando, per così dire, su di lei i diversi punti di vista dei corrispondenti, non tutti necessariamente illustri, anche se abbondano missive dei principali letterati e critici italiani, da Pasolini a Garboli, da Geno Pampaloni a Calvino e ovviamente Moravia, e ancora la Ginzburg e la Spaziani, Linuccia Saba e Lalla Romano e via dicendo. Peraltro le lettere più piacevoli, e talora struggenti nella loro partecipazione emotiva ai romanzi della Morante, sono quelle di anonimi lettori e soprattutto lettrici, che rende merito all’intelligenza del curatore l’aver scelto di pubblicare».

La cerimonia di premiazione avrà luogo domenica 8 settembre alle 17.30 a Monte del lago, Magione, in occasione del Festival delle Corrispondenze in programma il 7 e 8 settembre e che vede protagonista il bel borgo antico affacciato sul Trasimeno, luogo di soggiorno di eminenti figure del panorama politico, letterario e musicale del periodo a cavallo tra Ottocento e Novecento.  

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?