Più titoli e meno copie

La tendenza delle case editrici è quella di offrire maggiore varietà a fronte di un contenimento dell’attività di stampa. Calano ancora i lettori abituali.

Incremento della produzione libraria da 57.558 a 63.800 opere (+10%) e delle tirature da 208 a oltre 213 milioni di copie (+2,5) rispetto all’anno precedente: è quanto emerge dall’ultimo report Istat sul settore, riferito all’anno 2010. Cala però del 7,6% la tiratura media di ciascuna opera. La tendenza delle case editrici è quella di offrire maggiore varietà a fronte di un contenimento dell’attività di stampa: tra il 2005 e il 2010, i titoli sono aumentati del 6,8% e mentre le tirature medie sono scese del 23,6%. E nel 2011 diminuiscono ancora gli italiani che hanno letto, nei 12 mesi precedenti, almeno un libro per motivi non scolastici o professionali: sono il 45,3% della popolazione, nel 2010 erano il 46,8%.

Fonte: Istat

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?