Non chiedermi come sei nata – Annarita Briganti

Titolo: Non chiedermi come sei nata
Autore: Briganti Annarita
Casa Editrice: Cairo publishing
Genere: Romanzo
Pagine: 204
Prezzo: 11.00 €

Gioia è turbata, depressa e completamente avvolta dal dolore per la sua atroce perdita, ma accanto a lei c’è l’amore di una vita, Uto. I due vogliono diventare genitori e, dopo indagini mediche, scoprono che l’utero di Gioia è ‘difettoso’. Cosa fare per soddisfare quel profondo e intenso desiderio di dare amore alla propria creatura? Inizia da qui un travaglio interiore per la protagonista, che dovrà fare i conti con le sue paure, i suoi scheletri e le sue ansie. Nonostante tutte le difficoltà che Gioia si troverà ad affrontare l’obiettivo è uno: diventare madre.

Ecco quindi che è costretta a guardarsi dentro e attorno, a fare i conti con se stessa e con i sentimenti per le persone che ama e scoprirà che anche quello che dava per scontato non lo è più, che spesso la mente pensa una cosa e il cuore va in un’altra direzione.

“Abbiamo tutti due amori. Uno che presentiamo al mondo e un altro più forte, che nutriamo in segreto.”

Anche il corpo di Gioia ha un ruolo fondamentale nella narrazione, un corpo che risente delle cure mediche, dei tentativi di maternità articolati in punture, lividi e chili di troppo. Riuscirà Gioia a raggiungere il suo obiettivo e superare tutti gli ostacoli che le si presentano sulla strada?

“L’hanno capito in ogni parte del mondo. Solo qui difendono ancora leggi obsolete dal punto di vista medico e morale, che causano, soprattutto a noi donne, una quantità scandalosa di dolore nel corpo e nell’anima.”

Non chiedermi come sei nata è un romanzo intenso, ognuno di noi conosce una persona come Gioia ed è quindi facile sentirla come una sorella, una cugina o una cara amica. Nella lettura le sue difficoltà diventano le tue, il suo travaglio interiore diventa tuo. Con una scrittura elegante ed emozionale, Annarita Briganti riesce a confezionare una storia credibile e struggente. Gioia è una ragazza che ama il suo lavoro, seppur compensato al limite del sostentamento, è una ragazza forte e tenace ma allo stesso tempo fragile e fortemente emotiva. Conoscetela, vi piacerà!

“In famiglia hanno quest’abitudine: ti nascondono la parte schifosa dell’esistenza, illudendosi di renderti immune dal dolore.”

 

0

Acquista subito

Riccardo Barbagallo

Lavoro da qualche anno nell'editoria, mi occupo di comunicazione per editori e autori e sono un digital addicted. Al contrario di altri, non mi posso definire un lettore da sempre, 'La coscienza di Zeno' in prima media è stato un trauma troppo forte da superare per proseguire serenamente la relazione con la lettura. Più avanti ho deciso di leggere un libro per piacere, e non per obbligo, ed è stato lì che ho capito quale sia la vera forza della lettura: la capacità di emozionare. Credo che sia questo il segreto, se così possiamo definirlo. Non ho più smesso.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?