Auster e Hillman: dalla mente alla penna

Paul Auster (foto, Wikipedia)

Lo scrittore statunitense Paul Auster, autore tra gli altri della “Trilogia di New York” e “Sunset Park”, annuncia di aver appena concluso un’autobiografia (articolo – intervista IlSole24ore). Auster afferma di non credere al destino, quanto a una “progressione di contingenze multiple” ed il suo pensiero traspare in alcuni dei personaggi delle sue opere: “Caso e necessità sono presenti nei miei romanzi, ma non sono la forza predominante. È semplicemente il modo in cui il mondo funziona. Sono molto interessato a quella che potremmo chiamare “la meccanica della realtà”, il perché le cose succedono e come succedono. Spesso ciò che determina il nostro destino sono fattori del tutto accidentali”.

Lo psicoanalista e filosofo statunitense (ma europeo di cultura) James Hillman, fondatore della psicologia archetipa e considerato “poeta dell’anima”, è morto il 27 ottobre 2011 ad 85 anni (articolo LaRepubblica): in suo ricordo, per Natale, la casa editrice Adelphi, che ha pubblicato in italiano la maggior parte delle opere di Hillman, dedicherà una “sorta di strenna” proponendo i libri che più amava (notizia Ansa).

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?