I ponti di Bergen – Jan Guillou

Titolo: I ponti di Bergen

Autore: Jan Guillou

Casa editrice: Corbaccio

Traduzione: U.Ghidoni

Genere: romanzo

Numero di pagine: 398

Anno di pubblicazione: 2013

Prezzo:E. 16,40

Lauritz, Oscar e Sverre Lauritzen sono tre fratelli norvegesi che agli albori del XX secolo si laureano in ingegneria all’università di Dresda. Figli di poveri pescatori, ma dotati di capacità creative decisamente al di sopra della media, i Lauritzen hanno ricevuto un’istruzione all’avanguardia e sono destinati a una carriera brillante. Vincolati da una promessa fatta alla loro nazione, che si è presa carico della loro formazione accademica, i tre fratelli hanno in programma di trascorrere i primi anni da ingegneri in Norvegia lavorando ad un progetto molto ambizioso: la realizzazione di una ferrovia a strapiombo sulle montagne, la ferrovia di Bergen. Questa sarà il simbolo della riconoscenza di Lauritz, Oscar e Sverre alla loro patria e salderà il debito dei tre fratelli con la nazione.

Inaspettatamente, alla vigilia della loro partenza per la Norvegia, le strade di Laurit,z Oscar e Sverre si dividono. Il futuro che hanno tanto a lungo programmato, e per il quale si sono preparati duramente in tutti gli anni di studio, si dissolve in un istante. Alla stazione solo Lauritz sale sul treno che lo riporta a casa. Come potrà, da solo, tener fede alla promessa fatta ai Norvegesi?

I ponti di Bergen è il primo volume di una trilogia dedicata alla storia dei Lauritzen. Incentrato sulle vicende di Lauritz e di Oscar, questo libro porta alla luce i più grandi interrogativi che l’uomo del secolo scorso ha dovuto affrontare: “Signori miei, ora c’è un mondo ai vostri piedi, ma è un mondo assolutamente nuovo” (pag.31). Fino a dove può spingersi l’umanità grazie al progresso? L’innovazione è sempre positiva? Il XX secolo sarà davvero l’era della pace e della fratellanza internazionale?

Geograficamente lontani, ma emotivamente mai distanti, Lauritz e Oscar vivono esperienze sensazionali ai lati opposti del pianeta. Testimoni dei più sensazionali cambiamenti che l’umanità ha vissuto, entrano a far parte della classe imprenditoriale grazie al loro ingegno e agli studi compiuti, fino a diventare protagonisti e promotori del “grande balzo in avanti” che ha coinvolto le tecnologie in tutto il mondo all’inizio del XX secolo. Personaggi estremamente umani, Lauritz ed Oscar, dotati di pregi ma anche di difetti, autori di grandi imprese ma caduti anche in molti errori, Jan Guillou non ha voluto come protagonisti di questo romanzo degli eroi, bensì ha scelto di raccontare la storia di tre uomini qualunque, per far rivivere ai lettori, attraverso le vicende dei fratelli Lauritzen, un’epoca passata ma non tanto lontana dalla nostra, che con i suoi cambiamenti repentini e le sue rivoluzioni ha modellato e plasmato la vita di milioni di persone.

      

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?