L’isola del potere – Sara Gentile

Titolo: L'isola del potere
Autore: Sara Gentile
Data di pubbl.: 2021
Casa Editrice: Bonanno Editore
Genere: saggio
Pagine: 132
Prezzo: 15 €

Il potere è qualcosa di misterioso o espressione di quella necessità di dominio che è insita nella parte “rozza” e “macabra” radicata nell’essere umano?

Alla domanda risponde Sara Gentile grazie a questo saggio attraverso cui viene riletta l’opera di uno degli ultimi intellettuali italiani del XX secolo: Leonardo Sciascia. Se il potere risponde alla volontà di dominio, allora, la giustizia è espressione della parte dominante, ed è per questo motivo che “le norme e le istituzioni che lo amministrano e ne regolano l’uso” agiscono in una determinata dimensione storica.

Pertanto, un’altra domanda solletica la Gentile, in questo quadro ambiguo cosa diventa la democrazia?

La democrazia appare come espressione di una maggioranza che è solo chiamata a scegliere coloro che amministreranno il potere. Fatto sta, che la maggioranza non entrerà mai in contatto con il potere. Sciascia descrive questo aspetto all’interno dei suoi romanzi e dei suoi libri-inchiesta, senza dimenticare che gli amministratori del potere hanno saputo creare un linguaggio che si svela in tutta la sua forza nella “comunicazione”. Proprio quest’ultimo aspetto è il tema dominante de “L’affaire Moro”.

Importante anche un altro elemento del saggio di Sara Gentile. La docente di Analisi del linguaggio politico presso l’Università di Catania scandaglia le fonti usate da Sciascia, che strizza l’occhio a Noberto Bobbio, a Michel Foucault e a Luis Borges. E proprio Borges, maestro di finzioni e di labirintici incubi, non aveva fiducia nella democrazia tant’è che le sue esternazioni su questo sistema, da lui definito “abuso della statistica”, lo allontanarono dall’assegnazione del Nobel.

Sia ben chiaro, Sciascia non è un antidemocratico. Egli attribuisce grande importanza a questo sistema. Infatti, a far meditare lo scrittore siciliano è più che altro il fatto che la democrazia non abbia limitato il dirompente e ancestrale fascino del potere, che viene esercitato ora in modo panottico, ora in maniera salomonica, ora legato a quegli archetipi arcaici che ne impongono la “segretezza”.

Altra chicca del saggio, la rilettura di Giuseppe Rensi, filosofo siciliano fuori dagli schemi e lontano dalle “cattedre”, amato da Sciascia e con il quale concorda sull’impossibilità di riformare il potere, che che resta sempre un’intenzione umana che non si è mai lasciata mitigare.

0

Acquista subito

Martino Ciano

Classe 1982, vive a Tortora, comune della provincia di Cosenza. Promesso ragioniere, lascia la partita doppia per la letteratura, la poesia, la musica e il giornalismo. Si laurea in Scienze Storiche all’Università La Sapienza di Roma. Attualmente è corrispondente per l’emettente televisiva Rete 3 Digiesse. Nel 2011, l’incontro con Gli amanti dei libri, per cui cura la rubrica Amabili letture. Collabora anche con le riviste letterarie Euterpe, Satisfiction e Zona di Disagio di Nicola Vacca. Ama scrivere racconti, alcuni dei quali sono stati pubblicati su siti e riviste on-line. Tra questi, La logica del difetto è nel catalogo dalla Bla - Bookmark Literary Agency di Paolo Melissi. La sua pagina personale facebook è Dispersioni 82. AMABILI LETTURE: I libri che mi piacciono, i classici che mi hanno formato, il profumo delle parole che mi hanno riempito l’anima. Sono un lettore anarchico, che si sposta da un genere all’altro con il solo obiettivo di saziare le mie curiosità. Voglio condividere con voi le mie impressioni sulle opere che mi hanno reso un divoratore di parole. In questo spazio verrà data voce agli esordienti, agli autori dimenticati, ai poeti, ai sognatori, agli irregolari. La letteratura è arte e scrivere d’arte è il mestiere più bello del mondo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?

Per continuare a navigare su questo sito, accetta l'informativa sui cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi