L’arte dell’incontro. Interviste ai personaggi dello spettacolo – Maria Cuono

Titolo: L'arte dell'incontro. Interviste ai personaggi dello spettacolo
Autore: Maria Cuono
Data di pubbl.: 2020
Casa Editrice: L'ArgoLibro Edizioni
Genere: Saggi
Pagine: 128
Prezzo: € 12,00

Incorniciare le vite degli artisti, raccogliendo in un libro una serie di conversazioni che poi sono diventate interviste. Questo è il senso de L’arte dell’incontro, il libro che Maria Cuono, scrittrice, esperta di comunicazione e organizzatrice di eventi culturali, ha voluto pubblicare come testimonianza della sua passione.

L’arte dell’incontro, in un certo senso, è anche il bilancio della sua carriera giornalistica e della sua attività professionale.

Un libro d’interviste a personaggi noti del mondo dello spettacolo e della musica. Luisa Corna e Carmen Giardina impreziosiscono il volume con due prefazioni.

Un viaggio interessante nel mondo dell’arte e degli artisti.

Giuliana De Sio, Sebastiano Somma, Benedicta Boccoli, Tosca D’Aquino, Flavio Bucci, Simona Marchini, Nino D’Angelo, Raffeele Paganini, Peppino Di Capri, Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Gianfranco Jannuzzo, Daniela Poggi, Isa Danieli, Debora Caprioglio, Bianca Guaccero, Carmen Giardina, Luisa Corna, Luca Lupoli, Lucianna De Falco, Marcello Cirillo, Luca Manfredi,

Eccoli i nomi dei personaggi incontrati nel corso degli anni da Maria Cuono.

In queste interviste il lettore troverà il vissuto, i sogni, le occasioni mancate e gli artisti  senza veli  si confessano  senza nascondere  nulla alla loro interlocutrice, che  conosce benissimo l’arte dell’incontro e del conversare.

Mi ha colpito molto l’intervista a Flavio Bucci, uno dei più grandi attori del nostro teatro recentemente scomparso, intervistato da Maria Cuono in occasione della messa in scena a Salerno de Il berretto a sonagli di Pirandello.

Sentite cosa risponde alla sua intervistatrice che gli chiede cosa significhi per lui il teatro: «Il teatro è in forte crisi, ma nonostante tutto è un rito che va avanti da migliaia di anni. Ad ogni modo c’è una grande richiesta da parte del pubblico in merito agli spettacoli di loro gradimento. Ritengo che il teatro sia una scelta ed il pubblico sceglie di andare al teatro. La scomparsa di grandi personaggi da Pasolini, a Moravia, a Sciascia, ha tuttavia lasciato dei vuoti incolmabili nella cultura. Ciò rappresenta una delle tante cause della crisi in teatro, La tendenza culturale va rinnovata. Ormai, il numero degli spettacoli teatrali, di vasta portata, in teatro si è ristretto e ciò lo si nota anche dal cartellone. Ripeto, credo, che il teatro nonostante una serie di crisi, sia un rito e difficilmente può scomparire. È da più di 40 anni che lavoro in teatro e per me è molto importante».

Parole giuste e condivisibili queste del grande Flavio Bucci in cui la nostalgia per un mondo perduto si coniuga con la grande passione per il palcoscenico, che è dura a morire nonostante il disincanto dell’attore.

Sono davvero belle e intense le interviste raccolte da Maria Cuono.

L’arte dell’incontro è un libro – testimonianza dalle forti tinte emotive. La sua autrice in questo difficile momento lo ha voluto scrivere e pubblicare con l’intento di dare un contributo concreto e un messaggio di speranza a tutti i lavoratori del mondo dello spettacolo che a causa della pandemia attraversano uno dei peggiori momenti della loro vita.

Questo è uno dei tanti motivi per cui vale la pena leggere questo libro. Un viaggio di parole che nasce dagli incontri. Dall’incontrarsi nasce tutto, anche l’’arte, la cultura e soprattutto l’umanità.

Il libro di Maria Cuono sarà presentato il 26 agosto alle 18,00  presso il ristorante Il Vecchio Bottaio di Agropoli.

 

per info sul libro:

http://largolibro.blogspot.com/2020/06/maria-cuono-larte-dellincontro.html

1

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?