In Lombardia sperimentano il «prestito interbibliotecario digitale»

Una biblioteca virtuale, aperta 24ore al giorno, raggiungibile ovunque ci si trovi: che sia il divano di casa, la carrozza di un treno o sotto l’ombrellone in spiaggia, e completamente gratuita, è il progetto, senza precedenti, che stanno testando in queste settimane trenta sistemi bibliotecari in provincia di Milano, Monza e Brianza, Sondrio, Bergamo, Brescia, Mantova, Cremona, Varese e Lodi. Il progetto ideato da una società bolognese, la Horizons Unlimited srl, specializzata in servizi digitali per le biblioteche, ha creato una piattaforma di «prestito digitale» dove sono stati inseriti in un catalogo virtuale tutti gli e-book che le biblioteche avevano a disposizione o hanno acquistato per l’occasione. Il “prestito interbibliotecario digitale” consente adesso alle biblioteche di scambiarsi titoli tra loro in modo regolato così gli utenti iscritti possono scegliere tra oltre seimila titoli, scaricarli in prestito per quattordici giorni, oppure prenotarli.

Giulio Blasi, amministratore delegato di Horizons e creatore del progetto afferma “L’obiettivo è incrementare la conoscenza degli ebook tra i lettori, aumentarne quindi l’uso e l’acquisto da parte delle biblioteche. Da una prima stima abbiamo notato che il prestito di e-book è aumentato nel 2013 del 260 per cento e che le biblioteche hanno acquistato il cinquanta percento in più di e-book rispetto all’anno precedente. Ed è per questo motivo che anche gli editori hanno aderito al progetto: hanno ben compreso quanto sia importante facilitare gli scambi di e-book in forma regolata, facendo conoscere i contenuti digitali. L’idea è di proseguire e diffondere questo modello a tutte le biblioteche italiane e, perché no, anche all’estero dove esperienze simili non sono state ancora fatte. In ambito bibliotecario l’Italia è decisamente all’avanguardia in Europa”.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?