Il Giardino delle IDEE conquista Jeffery Deaver

Per l’ottavo anno consecutivo torna ad Arezzo il festival letterario ad impatto zero per le finanze pubbliche: cinque serate di incontri/confronti tra scrittori, giornalisti, attori e musicisti nella splendida cornice del Giardino Pensile del Palazzo della Provincia di Arezzo. E’ questo il fascino e la magia del festival “Il Giardino delle IDEE”, diventato un appuntamento imperdibile dell’estate aretina, che ogni anno riunisce centinaia di autori e migliaia di appassionati. «I libri sono da sempre gli assoluti protagonisti» afferma infatti il responsabile editoriale Barbara Bianconi «ma anche il desiderio di confrontarsi lontano da rumori e clamori».

La stella di quest’anno è il pluripremiato Jeffery Deaver, autore tra gli altri del “Collezionista d’ossa”, che il 26 luglio sarà ospite del festival per la sua unica tappa nel centro Italia. Ogni sera lo spettatore sarà accolto dalla mostra foto-grafica curata da Luca Brunetti dal titolo “Omaggio a D.A.d.P.” ovvero “Dignità Autonome di Prostituzione” uno spettacolo di Luciano Melchionna tratto dal format di Betta Cianchini e Luciano Melchionna. Prendendo spunto dalla presentazione della “Casa Chiusa dell’Arte” di Luciano Melchionna ogni foto sarà «una pillola che dovrà in qualche modo emozionare, far riflettere».

Come già evidente da questi piccoli ‘assaggi’, per le cinque serate dal 24 al 28 luglio 2013, il programma si prospetta intenso e variegato: “libri per tutte le orecchie”, dalla letteratura alla saggistica, ma non mancheranno il teatro e la musica abbinati al buon cibo toscano. Un festival che a cui non è proprio possibile mancare.

0

Ti potrebbero interessare...

Login