GIVEAWAY – UN COLPO ALL’ALTEZZA DEL CUORE

GIVEAWAY

UN COLPO ALL’ALTEZZA DEL CUORE

 

COME SI VINCE?

Basta rispondere alla richiesta sotto riportata entro domenica 9 dicembre alle ore 21 commentando questo post.

La redazione sceglierà un vincitore tra i partecipanti, individuando chi ha formulato il post più originale e attinente alla richiesta (il giudizio è insindacabile). Dopo che avremo verificato l’iscrizione alla nostra newsletter, a questi sarà attribuita una copia del romanzo “Un colpo all’altezza del cuore” di Margherita Oggero – Mondadori.

* Il libro in palio è messo a disposizione dall’editore in forma di omaggio secondo la normativa prevista dal dpr 633 del 1972 che regolamenta i concorsi.

RISPONDI ALLA DOMANDA:

Cos’è che vi fa sentire meglio

dopo aver ricevuto un “colpo al cuore”?

 

LA TRAMA DEL LIBRO

A Torino, quella mattina, fa un freddo cane e c’è aria di neve. Mentre sta andando a scuola, senza quasi aver tempo di capire cosa accade, la prof Camilla Baudino si ritrova testimone di un brutale regolamento di conti: all’incrocio tra due centralissime vie della città una moto si affianca a un’auto e con un colpo di pistola il centauro uccide il conducente della macchina, per poi sparire nel traffico. Pochi minuti dopo, ad accorrere sulla scena del delitto per dirigere le indagini arriva l’unico poliziotto da cui Camilla avrebbe desiderato tenersi alla larga: il commissario Gaetano Berardi.

Sono trascorsi quasi tre anni da quando Gaetano e Camilla si sono incontrati l’ultima volta, ma il tempo – che a lui ha regalato qualche affascinante ruga in più, mentre a lei la pungente inquietudine per un matrimonio un po’ appannato e le scaramucce con una figlia nella piena adolescenza – sembra non aver sopito del tutto un’attrazione pericolosamente vicina a trasformarsi in amore.

Poche ore più tardi, anche la giornata della giovane dottoressa Francesca Gariglio è destinata a prendere una piega inusuale. La polizia rinviene il cadavere di un pensionato, massacrato con una spranga: è un suo ex paziente, uno dei tanti di cui Francesca si prende cura lavorando nelle corsie dell’ospedale di Chivasso, cittadina che fino a quel momento aveva ritenuto sin troppo tranquilla…

Ma in effetti tanto tranquillo quello spicchio di pianura nebbiosa non è, se pochi mesi prima la stessa Francesca era convinta di aver assistito a un altro omicidio, del quale però non si è mai riusciti a trovare traccia…

Dalla movida dei Murazzi alla provincia sonnacchiosa, tra un marito lontano e un fidanzato distratto, la prof e Francesca si ostineranno a seguire il filo di due indagini sempre più coinvolgenti, fino a correre rischi nient’affatto metaforici. A soccorrerle, solo una tisana dalle virtù miracolose e la loro amicizia: quella tra una donna fatta e una ragazza sulla soglia delle scelte importanti, quell’amicizia ironica e dolce che solo tra due donne può esistere.

Con la sua scrittura piena di sapore e di humour, con il suo sguardo partecipe, mai arreso, sulle vite degli uomini e gli infiniti garbugli del cuore, Margherita Oggero dà vita a un romanzo sul valore e la responsabilità racchiusa in ogni nostro gesto quotidiano e ci regala una nuova, attesissima indagine della “profia” investigatrice.

L’AUTORE

Margherita Oggero è nata a Torino, dove vive, e ha insegnato in quasi tutti i tipi di scuola. Ha pubblicato il suo primo romanzo, La collega tatuata, con Mondadori nel 2002.

Da quest’opera Luciana Littizzetto ha tratto il fortunato film Se devo essere sincera. Nel 2003, sempre con Mondadori, è uscito Una piccola bestia ferita che ha ispirato la serie televisivaProvaci ancora, prof! con Veronica Pivetti. I suoi ultimi libri sono L’amica americana (2005),Qualcosa da tenere per sé (2007), Il rosso attira lo sguardo (2008), Orgoglio di classe (2008), L’ora di pietra (2011), tutti pubblicati con Mondadori.

INFO:

  • http://www.librimondadori.it/libri/un-colpo-all-altezza-del-cuore
  • Leggi il primo capitolo: http://www.librimondadori.it/content/download/26553/1592507/version/1/file/oggero_colpo.pdf

 IL VINCITORE E’… 

Gianluca D.T.

(9 dicembre , 17:30)

Il vincitore è pregato di contattare la redazione all’indirizzo concorso@gliamantideilibri.it entro e non oltre giovedì 13 dicembre.

0

Ti potrebbero interessare...

  • maria

    cosa mi fa sentir meglio dopo aver ricevuto un “colpo al cuore”? niente di più semplice: un bel panino con la nutella! e tanto shopping :)

    • simona

      un colpo al cuore può essere un tuffo al cuore, come quel grande rimescolamento quando vedi all’orizzonte quella persona che vorresti tanto vedere, anche se non ci speri affatto. Non vorresti solo vederla da lontano, mentre hai quel grande rimescolamento, ma vorresti che venisse verso di te per darti un bacio, un bellissimo baciooo

  • Marco

    La ferita non sanguina,
    non brucia,
    è invisibile agli occhi della gente.
    Eppure c’è,
    lì presente,
    bisogna curarla delicatamente.
    Le cicatrici restano,
    generano metastasi permanenti nella mente e nell’anima.
    Solo il tempo cura certe piaghe.
    Una voce amica,
    nel cuore della notte,
    può salvare un’intera esistenza.
    Chiudo gli occhi,
    respiro piano,
    sono ferito, ma sono vivo.

  • daniela

    So per esperienza che riprendersi dopo aver ricevuto un “colpo al cuore” è molto difficile…secondo me l’unica cosa che può aiutare è piangere, per cercare di buttare fuori almeno un pò del dolore e della delusione che si ha dentro!

  • luisa

    Se il colpo al cuore è duro da mandar giù, io cerco di tirarmi su con un po’ di cioccolata!

  • Alessandra V.

    Dopo aver ricevuto un colpo al cuore l’unica cosa che mi fa sentire meglio è una bella cioccolata calda ed un buon libro: due rimedi semplici ma efficaci!

  • Rosa

    una bella passeggiata con le amiche, chiacchiere e risate! le amiche sanno sempre cosa fare per tirar su il morale!

  • Marta

    Una tazza di cioccolata calda. Così da addolcire il cuore.

  • Lorena

    Dopo aver ricevuto “un colpo al cuore” ciò che mi fa stare meglio è l’aiuto di chi mi vuole bene a rimettere insieme i pezzetti che si sono staccati e poter rincominciare seguendo il sorriso che dal silenzio si eleva.

  • sara

    sapere che c’è sempre qualcuno che mi ama

  • veronica

    Un colpo al cuore ricevuto va a poggiarsi in fondo al cuore, alla sua base, ma lo fa lentamente. Per farlo passare, io mi butto in un progetto che mi incuriosisca di nuovo e che torni a farmi battere il cuore.

  • vittoria

    Dopo aver ricevuto un colpo al cuore l’unica cosa che mi può consolare è l’amore incondizionato che mio fratello ha da offrirmi sempre, ma in particolar modo quando mi vede giù proprio come in quei momenti. Solo e sempre lui sa tirarmi su di morale! Semplicemente con una battuta, un abbraccio profondo e sincero o una carezza! Nonostante la sua età (8 anni)già sa cosa vuol dire amare, sostenere ed aiutare ma soprattutto sentirsi amato.

  • MARIKA

    riscoprire una PASSIONE! Che sia per una persona, verso un’ arte o semplicemente verso se stessi. Qualcosa che ti accenda, che ti faccia sentire di nuovo viva per qualcosa. Questo secondo me è ciò che fa star meglio un cuore colpito.

  • simona

    per riprendersi da un colpo al cuore non c’è nulla di meglio della cioccolata

  • silvia

    Posso dire di avere avuto piccoli e grandi problemi fino ad oggi e alcuni di questi mi sono sembrati insormontabili a volte. Ho ricevuto alcuni ‘colpi al cuore ‘ e mi sono sentita sprofondare. Penso che alcune cose passino e ritorniamo a vivere più belli e forti di prima. Ognuno a suo modo ritornerà alla vita con i propri tempi o non ci ritornerà. Credo personalmente che la speranza sia una cosa che non ci dovrebbe mai abbandonare affinche’ possiamo ricominciare.

  • Stefania C.

    Ognuno reagisce in modo diverso alle avversità e ai problemi ma una cosa tutti noi dovremmo tenere a mente e non scordarci mai: la speranza. Dopo ogni “colpo al cuore” è stata sempre la speranza che mi ha tenuto viva, non mi ha permesso di sprofondare nel dolore e lasciarmi andare.
    Un cuore ferito è debole, fragile; la speranza del domani, di una nuova possibilità sarà la nostra ancora di salvezza anche quando siamo soli e non abbiamo un’affettuosa famiglia che possa salvarci ed abbracciarci.

    Hope dies last, oppure Spes ultima dea, il concetto è sempre quello…

  • Saryna

    Sicuramente parlare con la mia migliore amica e mangiarci un po’ di cioccolata, è l’unica che potrebbe tirarmi su di morale!

  • Elenoir

    Un colpo al cuore, difficile definirne il dolore dopo aver dato tanto amore. Come si supera la brutta esperienza? All’inizio entrerà in te la diffidenza che della delusione è la conseguenza.. Ma guardati attorno per sentirti meglio, è lì la chiave…è l’amicizia, quella vera..che d’amore sincero ti vizia.

  • Antonella Montesanti

    Sicuramente la cosa che mi fa star meglio è mettermi davanti alla mia splendida libreria, scegliere uno dei miei adorati libri,compagni fedeli, ed immergermi nella lettura.

  • Maria

    Un colpo al cuore…improvviso, profondo…lascia ferite indelebili, ancora sanguinanti dopo molto tempo.
    L’unico modo per sentirsi meglio è portare lo ‘sguardo’ della propria mente altrove, una passeggiata con un buon amico, il rumore delle onde del mare, i suoni della natura…la tua musica preferita. Ma aspettate un momento, e se il colpo avesse ‘carica positiva’?! Perchè deve essere necessariamente un brutto colpo? E se fosse un colpo di fulmine? Beh, allora mi terrei il mio cuore così come l’ha colpito Cupido col suo arco e le sue frecce, non ci sarebbe niente che potrebbe farmi sentire meglio di così, niente che mi farebbe sentire più viva di così!

  • Maria Giovanna

    Un colpo al cuore è sempre difficile da curare: lascia cicatrici profonde… è come prendere delle monetine roventi in mano e bruciarsi tanto da riportare cicatrici: poi passiamo su il dito per ricordarcene… per questo motivo si cercano delle cure che a poco a poco ci “risanino” : l’amore di chi ci vuole bene, dedicarci alle nostre passioni, coccolarci in qualche modo… oppure, come faccio io, mettere quella canzone che tanto ci fa star bene, alzare il volume ed iniziare a ballare….

  • daniela

    camminare, camminare, camminare senza meta fino a quando i piedi e le gambe trovano una “vita” propria; fino a quando, continuando a procedere, cambio il ritmo del mio cuore.

  • Ele Saia

    Un abbraccio sincero da chi si ama: niente è più rinfrancante dell’amore, niente è più caldo di un abbraccio.

  • Chiara

    Credo che niente sia più consolante di un bel pianto liberatorio. E poi con gli occhi ancora lucidi, una bella cioccolata calda e un libro che ti porti altrove per dimenticare i problemi.

  • Stefania

    Io scrivo. Prendo carta e penna e cerco di di mettere ordine tra i miei pensieri. Analizzo le mie azioni per capire se e cosa ho sbagliato, analizzo i comportamenti di chi mi ha fatto del male perché credo sia utile razionalizzare in queste occasioni, anche se è difficile.
    Scrivere è terapeutico, per me.

  • Giuliana

    Non per forza bisogna cercare di sentirsi meglio dopo un colpo al cuore..si può semplicemente assaporare lentamente le nostre emozioni che ci ricordano, anche se dolorose, che siamo ancora vivi e siamo capaci di vivere a pieno..la vita con i suoi regali più grandi e più piccoli, a volte inaspettati, ci riporterà a stare bene, ammirando anche solo il sorriso di un bambino che gioca.

  • Gianluca D.T.

    “” Ero sul lungolago un pomeriggio d’estate e La vidi.
    Era in bicicletta, con il vento tra i capelli e il sole sulle guance. Era bella e sorridente e per me fu un vero “colpo al cuore”.
    Me ne innamorai subito.
    Un soffio di vento venne in mio aiuto e le portò via il cappello.
    Ebbi così la scusa per conoscerla e da lì nacque il mio Amore.””

    Non sempre, fortunatamente, il “colpo al cuore” è negativo. Per me fu il segnale del mio innamoramento e solo la Sua presenza, il Suo stare con me mi ha fatto sentire meglio. Prima era per me un non vivere e solo dopo me ne sono accorto, grazie a quel piccolo “colpo al cuore” che mi ha tolto il fiato e mi ha cambiato la vita.

  • Germano

    Un colpo alla tezza ed uno al cuore … Fa bene sia li sia qui!

  • Daniela

    Dopo un colpo al cuore mi serve assolutamente un Puntemes come la prof!!!

Login

Lost your password?