Cosa resta da scoprire – Giovanni F. Bignami

Autore: Giovanni F. Bignami

Titolo: Cosa resta da scoprire

Editore: Mondadori

Genere: saggio

Pagine: 172

Data di Pubblicazione:  2011

Prezzo: € 17,50

Quali saranno le scoperte che cambieranno la nostra vita nei prossimi cinquant’anni? Il professor Bignami, astrofisico di fama mondiale affascinato da tutte le scienze, si diletta nel gioco della previsione del futuro: un gioco sì, ma serio, proprio perché sostenuto da una solidissima preparazione scientifica. E siccome il professore sa benissimo che prevedere il futuro è un esercizio pericoloso, dal momento che “se qualcuno avesse scritto un libro come questo un secolo fa le avrebbe probabilmente sbagliate tutte”(pag.7), si avvale di un aiutante magico quanto sapiente, il palindromico signor Qfwfq delle Cosmicomiche Calvino, una sorta di Virgilio extraterrestre che, partendo dalle dieci scoperte che hanno cambiato l’ultimo secolo, lo accompagna nel viaggio verso le dieci grandi scoperte che potrebbero cambiare tutto.
Metronomo d’eccezione di questo affascinante viaggio è la cometa di Halley, familiare alla Terra poiché ogni 76 anni le passa vicino: immortalata in un arazzo di Bayeux che racconta la battaglia di Hastings del 1066, fu dipinta da Giotto nel 1301 e finalmente fotografata nel 1910…come sarà il mondo al suo prossimo passaggio, previsto nel 2062?

Partendo dall’osservazione dell’Universo alla ricerca della vita oltre la terra, passando per l’analisi di tutti i possibili sviluppi nel campo della ricerca energetica, fino all’approfondimento in tema di medicina e genetica, il professor Bignami ci regala un saggio multidisciplinare di grande interesse, piacevole ed efficace.

Molte sono le invenzioni e le scoperte che sono in via di perfezionamento e che saranno messe a punto nei prossimi cinquant’anni: conoscere a fondo l’origine della vita e scoprire la stessa al di fuori della Terra, obiettivo affascinante in cui l’autore crede molto; imparare a costruire un contatto diretto con il nostro cervello; conquistare, grazie alla genetica, la possibilità di vivere a lungo, come già accade alle mosche Matusalemme che vivono quattro volte rispetto alle altre. E non finisce qui: essere in grado, come le piante, di poter far ricrescere un arto reciso; controllare il clima del pianeta; coltivare la carne in laboratorio per garantire cibo in abbondanza, sicuro, economico ed ecologico.

La realtà che supera la fantasia? Sì, ma si tratta di possibilità che la scienza sta già esplorando, di scoperte che con il loro grande impatto sociale cambieranno la vita dell’uomo: il professore ne è convinto. Nel 2062 sarà già nato il bambino che sarà in grado di vedere la cometa di Halley per tre volte, perché vivrà più di 150 anni.

Un grande saggio che stimola la curiosità e l’interesse verso la scienza e che, grazie all’ottimismo e al messaggio positivo che emerge, regala al lettore la speranza di una vita migliore.

0
Chiara Barra

Se dovessi partire per un’isola deserta, e potessi portare con me soltanto un libro...sarebbe un’ardua impresa! Come immaginare la vita senza il mistero di Agatha Christie, la complessità di Milan Kundera, la passione di Irène Nemirovsky, l’amarezza di Gianrico Carofiglio, il calore di Gabriel Garcia Marquez, la leggerezza di Sophie Kinsella (eh sì, leggo proprio di tutto, io!). Ho iniziato con “Mi racconti una storia?” e così ho conosciuto le fiabe, sono cresciuta con i romanzi per ragazzi che mi tenevano compagnia, mi sono perdutamente innamorata dei classici...che ho tradito per i contemporanei (ma il primo amore non si scorda mai)!

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?