Aperto a Torino il nuovo spazio espositivo Don Chisciotte

Un nuovo spazio per nove artisti che hanno dedicato la loro vita alla pittura e alla scrittura. È questo il nuovo Spazio Don Chisciotte, che verrà inaugurato a Torino Giovedì 18 aprile con la mostra Pittoriscrittori. Il nuovo spazio, ideato e realizzato da Caterina Bottari Lattes, presidente della Fondazione Bottari Lattes, porta il nome della storica galleria d’arte romana diretta da Giuliano De Marsanich, che aprì la sua attività proprio con una mostra dedicata a Mario Lattes.

Curata da Vincenzo Gatti, la mostra rimarrà aperta al pubblico fino a Sabato 22 giugno e ospiterà una ventina di opere realizzate da alcuni protagonisti culturali del Novecento, come Dino BuzzatiItalo CremonaFilippo de PisisAlbino GalvanoMario LattesCarlo Levi. All’interno del nuovo spazio verranno istituiti degli  incontri tematici dedicati ai pittori ospitati dalla mostra, tenuti da critici d’arte e studiosi, che cercheranno di portare alla luce i legami tra le opere visive e quelle scritte.

La mostra è accompagnata dal catalogo Pittoriscrittori, distribuito presso lo spazio Don Chisciotte e curato da Bruno Quaranta, che racconta il percorso artistico dei nove artisti ospitati. Nel suo catalogo, Quaranta scrive: «Che cosa accomuna Mario Lattes e Carlo Levi, Dino Buzzati e Albino, Galvano, Italo Cremona e Luigi Bartolini, Alberto Savinio e Emilio Tadini e Filippo De Pisis qui adunati? L’essere pittori e scrittori, indissolubilmente, esibendo una sola carta d’identità. Lo stesso Montale, sospeso fra accordi e pastelli, preoccupato di distinguere fra primo e secondo mestiere, infine comporrà ad unità e l’uno e l’altro, benedicendo il secondo, ed eventualmente il terzo, che consentono di salvare la dignità della poesia, non riducendola a merce, tutelandone la libera, liberissima manifestazione. Nella città jamesiana che è Torino – come non evocare la devozione di un Maestro incisore quale Mario Calandri versoGiro di vite –, una mostra di arte e letteratura naturalmente s’impone. Immagini e parole irrevocabilmente intrecciate».

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?