A tu per tu con il diavolo – Lucia e Francesco

Autori: Lucia e Francesco
Titolo: A tu per tu con il diavolo – una famiglia perseguitata dal maligno
Editore: San Paolo
Genere: Spiritualità – Religione
Numero di pagine: 238
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo: euro 13

“Le mie orecchie udivano perfettamente l’esorcismo, ma ogni altra parte del mio corpo andava per conto proprio, gli occhi non si volevano aprire, le mani non si volevano spostare dai braccioli, le gambe non volevano smettere di sussultare, tutto era completamente fuori controllo. Poi mi sono sentito ringhiare neanche fossi un cane e mi sono spaventato ed anche vergognato: non era possibile, ero proprio io che emettevo questi versi”.  E’ Francesco che parla, giornalista e autore del libro insieme alla moglie Lucia. I nomi sono di fantasia, ma la storia che raccontano è vera, con tanto di testimoni d’eccezione: gli esorcisti Monsignor Gemma e Padre Amorth solo per citarne due.

Una famiglia moderna e tranquilla del Nord Italia si trova catapultata in un thriller medioevale della peggior specie: malefici, casa infestata, malattie improvvise che provocano dolori acuti e insopportabili perfino sui due bambini della coppia, una sfortuna nera che si abbatte sul lavoro e sugli affari.

Difficile trovare il bandolo della matassa, ma ci si mettono tre sensitivi di tre posti diversi che tra loro non si conoscono, a ripetere lo stesso refrain: fattura perpetua sulla famiglia, oltre che una caterva di maledizioni. E l’origine del male si nasconde proprio là dove non ti aspetteresti mai di trovarla, tra i parenti strettissimi, quelli che ti dovrebbero volere più bene: si parte da una bisnonna che praticava la magia nera per arrivare ad una madre crudele.

Venirne fuori è un’impresa epica e la strada è lastricata di difficoltà tra preti che non credono nel diavolo e attacchi satanici continui che si manifestano con vessazioni, ossessioni e infine con la possessione vera e propria. Ma si sa: “post tenebras lux” e a tanto dolore fa eco una serie di incontri straordinari con sacerdoti, carismatici, suore, gruppi di preghiera e infine esorcisti che indicano una via d’uscita.

Lucia e Francesco ci trasmettono un reportage dall’inferno che fa venire i brividi, dove una verità emerge chiara: noi viviamo ad un’ottava più sotto di quella battaglia tra forze angeliche e diaboliche che sembra decidere dei destini dell’intero universo e che permea tutta la storia della Salvezza.

Il baluardo è quello della Fede, le armi hanno il sapore dell’acqua, sale e olio benedetti, altrimenti detti Sacramentali, e il suono dei rosari sgranati nelle suppliche.

Oltre alla toccante vicenda dei due protagonisti, il libro riporta interviste ad esorcisti e carismatici, ma anche descrizioni dettagliate di impossessati talvolta insospettabili, come un attore toscano che sembra essere stato piegato ai demoni da un triumvirato magico-satanico che regola l’ambiente italiano dello spettacolo con tre reggenti nelle città di Torino, Bologna e Bari.

Chiude il libro un accorato appello di Lucia: “Cari sacerdoti, quando qualcuno vi si avvicina dicendovi che in casa sua avvengono cose strane come rumori, botti, ventate di gelo e che tali manifestazioni sono perfettamente percepibili da tutta la famiglia e magari anche da qualche amico, il vostro compito è quello di intervenire prontamente e ripetutamente, senza alcuna paura, con razionalità ed equilibrio, ma anche con fede e convinzione”.

Acquistalo scontato su IBS.it, disponibile anche in ebook!

1
Elena Cartotto

Curiosa e ironica mi piace andare fuori dai sentieri battuti, nei libri come nella vita. Se dovessi scegliere un titolo per raccontare la mia storia sarebbe sicuramente “Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani. Il mio eroe letterario è Sherlock Holmes, l’autore con cui andrei a cena Oscar Wilde e i miei miti storici Gesù di Nazareth e Socrate. Sono un’idealista che ancora si scalda su alcuni temi sociali come dignità umana, libertà, lavoro e giustizia. Le mie passioni sono l’astrologia, la psicologia, il paranormale, la spiritualità e la musica che ci salva da noi stessi, ogni giorno. Per dirla con Vecchioni: “Ho combattuto il cuore dei mulini a vento, insieme ad un vecchio pazzo che si crede me….”.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?