The best of 2016 – I migliori libri per adulti secondo noi!

Il Natale è sempre più vicino e l’ansia da regalo si fa sentire sempre di più. Ma non preoccupatevi, noi siamo qui per questo! Abbiamo deciso di riproporvi le dieci recensioni di libri per adulti che più avete apprezzato durante quest’anno, magari potreste trovare qualche spunto interessante!

  • D’amore si muore ma io no di Guido Catalano, Rizzoli
    Il poeta Guido Catalano si cimenta per la prima volta con la prosa, regalandoci un libro in cui il protagonista, Giacomo, è anch’egli un poeta o meglio, come ama lui stesso definirsi, un “poeta semiprofessionista vivente” e ricorda molto, e non solo per la sua professione, il suo autore. Giacomo incontra la bella Agata durante un volo Torino – Palermo, e seduti vicino scopre affascinato che la ragazza fa uno strano mestiere: l’aracnologa. Ci vuole poco al protagonista a capire che quella donna ha per lui qualcosa di speciale, tanto da essere sicuro sin dall’inizio, che sia la donna della sua vita, la madre dei suoi futuri figli. Il destino li farà rincontrare e ci farà vivere pagine di intensa poesia romantica. Continua a leggere la recensione >>

  • La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone, Longanesi
    Il centro focale attorno a cui tutto ruota, nel nuovo libro di Lorenzo Marone, sono i personaggi, anzi, il personaggio. Il protagonista e io narrante dell’intera vicenda è Erri, un uomo sulla quarantina con “un nome non nome sul groppone”. Erri analizza, attraverso continui e velocissimi flashback, la sua intera esistenza, scegliendo di partire dal momento in cui, trentasette anni prima, la sua è diventata una famiglia allargata. E’ il tempo in cui, per lui, è cominciato il dolore, ed è il punto di partenza per riflettere sulla sua vita attuale. Continua a leggere la recensione >>

  • La ragazza con la bicicletta rossa di Monica Hesse, Piemme
    La storia è ambientata nel 1943 ad Amsterdam, nel pieno delle leggi razziali e dell’occupazione nazista. I tedeschi sono descritti come crudeli invasori, che hanno tolto ogni libertà e voglia di vivere nella città olandese. La protagonista, Hanneke, è una ragazza scaltra e coraggiosa che per mantenere la famiglia lavora part time in un’agenzia di pompe funebri e per il resto della giornata fa consegne per il mercato nero. Un giorno, per caso, viene coinvolta nella ricerca di una ragazza ebrea misteriosamente scomparsa e da quel momento le sue giornate perfettamente scandite dalla routine subiscono un’accelerazione. Continua a leggere la recensione >>
  • Tre giorni a Parigi di Mario Fortunato, Bompiani
    Tre giorni a Parigi: una vacanza breve, ma così intensa da restare saldamente ancorata nel cuore di Mario. Il ricordo di quei giorni pieni d’amore fa ancora male, anche se sono passati anni da quando lui e Davide avevano condiviso arte, cucina, romanticismo e pura joie de vivre nella capitale francese. Forse il sentimento non si è ancora del tutto dissolto, forse i dubbi sulla fine di quella relazione non sono stati chiariti…nella mente di Mario riaffiorano con chiarezza i ricordi di quei giorni, soprattutto i dettagli, capaci con la loro nitidezza di rendere il passato ancor più vivido del presente. Continua a leggere la recensione >>

  • L’ultimo treno per Istanbul di Ayse Kulin, Newton Compton
    Ankara, Turchia 1941. L’ultimo pascià ottomano della Turchia, Fazil Reşat Paşa, ha due figlie: la bellissima Sabiha, sposata con il diplomatico Macit, e Selva, una ragazza ribelle e sensibile che, contro il parere delle famiglie, ama e sposa l’ebreo Rafo e si trasferisce con lui in Francia. L’amore tra i due giovani è considerato un motivo di vergogna e porta quindi ad una separazione dolorosa, tra sensi di colpa, dolore e solitudine. Ma le gradi tragedie familiari diventano piccole dinnanzi ad una guerra imminente. Continua a leggere la recensione
    >>

  • Volevamo essere Jo di Emilia Marasco, Mondadori
    25 dicembre 1976. Giovanna, Silvia, Carla e Lara, ricevono un regalo inatteso e tanto bello che cambierà le loro vite: “Piccole donne”. Dopo aver letto il libro tutte insieme, decidono di mettere in scena un teatro che rappresenti la loro storia preferita, grazie anche all’aiuto di un baule, dentro il quale riporranno i loro costumi di scena e i loro desideri e segreti. Vi è un unico problema: ognuna delle quattro amiche vuole rivendicare il proprio diritto ad essere Jo, la ribelle, colei che vuole inseguire i suoi sogni. Così, le quattro amiche decidono di essere Jo a rotazione, così che tutte siano contente. Continua a leggere la recensione >>

  • Una farfalla nel cuore di Kevin Alan Milne, Sperling Kupfer
    Si dice che le farfalle conducano in cielo sogni e desideri e che la loro presenza sia un segno di fortuna e di speranza. Di sicuro c’è il fatto che le farfalle  sono capaci di evocare nel nostro immaginario leggerezza, libertà, leggiadria, eleganza. Eppure, per la quindicenne Ann Bennett nessuna immagine potrebbe essere più lontana dalla sua esperienza: i suoi problemi iniziano proprio con un volo di farfalle, quelle che la ragazza sente nel cuore durante la sua ultima gara di nuoto. Lei è una promettente campionessa con una solida famiglia alle spalle, che la appoggia nei suoi successi sportivi. Quel giorno tuttavia le farfalle la costringono a fermarsi e per la ragazza e la sua famiglia la vita cambia inaspettatamente in peggio. Continua a leggere la recensione >>

  • Precipitare di Simone Costa, Bourdeax Edizioni
    Nick Donati è un giovane attore comico che si trascina tra monologhi senza successo e piccoli ingaggi in emittenti private. Finalmente nella sua vita le cose sembrano girare per il meglio: una relazione sentimentale appagante con la dolce Beatrice e una proposta lavorativa, la conduzione di un quiz televisivo, che potrebbe finalmente lanciarlo verso il successo. Eppure, a poco a poco, la vita di Nick incomincia a sgretolarsi pezzettino dopo pezzettino:  il protagonista scopre che i giochi a premi del suo show sono truccati ed inizia ad indagare nel mondo effimero e vacuo dell’intrattenimento televisivo. Continua a leggere la recensione >>

  • Il quinto Vangelo di Ian Caldwell, Newton Compton
    “La caserma delle guardie svizzere si trova in fondo alla strada in cui abitiamo. Agli estranei è vietato l’ingresso, ma dopo la morte dei nostri genitori io e Simon avevamo passato parecchie nottate in quei corridoi” (p. 42). Ecco qual è il primo elemento per cui chi legge si trova inesorabilmente e magneticamente attratto dal racconto: agli estranei è vietato l’ingresso. Il setting: il Vaticano. Continua a leggere la recensione>>

  • L’uragano dentro me di Rhoma G., Tre60 Edizioni
    La vita di Ary sembra apparentemente tranquilla: sposata da sette anni con Danny, il suo primo amore, lavora alla libreria Wonderland di Gimli, in Canada, unico vero punto di riferimento per gli amanti dei libri di tutta la cittadina. Eppure Ary non è felice. Lei e Danny, persi nella routine della vita quotidiana, hanno dimenticato cosa sia il romanticismo e la passione. Sotto la maschera della pacata serenità, Ary si sente distante, spenta e apatica… Vorrebbe poter ritrovare, con suo marito, l’entusiasmo di una volta, sentirsi di nuovo viva. E viva si sentirà, ma non con Danny… Continua a leggere la recensione >>
0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?