Italo da leggere e fontane spin-off: arriva l’editoria delle nuove idee

Che per parlare di libri spesso sia necessario ricorrere agli espedienti più strani non è un mistero. Si tratti di treni, cacce al tesoro o misteri sul web, per promuovere la carta stampata ogni campo può dare una mano e la fantasia non è mai troppa: dove non può la promozione tradizionale, arrivano trovate più curiose. Così, il libro diventa un’esperienza che possiamo vivere in prima persona e la vita di tutti i giorni uno spunto per parlare di libri. Un esempio? La nuova linea Italo ha recentemente ospitato l’autrice francese Amèlie Nothomb in una turnèe on the road con tappa in alcune delle più belle città italiane; è inoltre diventato partner con la Rcs, dotando i propri sistemi di una selezione di libri digitali, consultabili dai passeggeri durante il viaggio; dal libro “Il primo caffè del mattino” di Diego Galdino, invece, è stato estratto (anticipando l’uscita) un itinerario alla scoperta di sette fontanelle poste in angoli nascosti e suggestivi di Roma, gli stessi con cui il protagonista porta la ragazza dei suoi sogni. E come non citare Dan Brown? L’autore si è servito del proprio fandom su internet per promuovere il suo nuovo romanzo, organizzando un rebus in grande stile grazie al quale i propri fan hanno potuto scoprire in anteprima un’immagine legata al libro.

Queste iniziative, definite «spin-off», sono contenuti autonomi ma paralleli ai romanzi e fanno del proprio punto di forza l’interattività, la possibilità per il lettore di scoprire, di far proprio un aspetto del libro ancora prima di averlo acquistato. In un mondo ha sempre più voglia di fare, di partecipare, di essere social, abbiamo forse trovato la formula per l’editoria del futuro?

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?