Inaugurata l’ottava edizione del Festival letterario PresenteProssimo

imageSi é tenuto domenica 4 ottobre l’incontro inaugurale dell’8a edizione del Festival PRESENTEPROSSIMO, principale festival letterario lombardo, fra quanti si svolgono lontano da una grande città, e in questo campo uno dei maggiori in Italia.

Per qualche mese la provincia bergamasca diventerà la capitale degli autori e dei lettori. Da ottobre a gennaio, in 15 comuni della provincia bergamasca, situati in valle Seriana e nella bassa pianura bergamasca, saranno accolti 16 narratori, individuati dal direttore artistico, lo scrittore e docente Raul Montanari.
Anche in questa edizione il pubblico del festival potrà immergersi in un’antologia della narrativa contemporanea e ascoltare, scoprire e conoscere autori famosi o meno noti, scrittori di romanzi, racconti e poesie, finalisti o vincitori di premi nazionali (Strega, Calvino, Montale…), ma tutti narratori straordinari, caratterizzati da una voce e una scrittura che li evidenzia e li distingue nel panorama letterario nazionale.

“I narratori invitati sono, com’è stato usuale da diversi anni in qua, tasselli di un mosaico composito che mira a offrire al pubblico un quadro completo e stimolante di tutte le tendenze del romanzo italiano contemporaneo – spiega il direttore artistico Raul Montanari – I confini del territorio esplorato da Presente Prossimo si sono ancora allargati, andando a toccare davvero aree lontanissime fra loro e fin qui mai rappresentate”.

Anche quest’anno il programma propone nomi di rilievo della letteratura nazionale, che verranno accolti nei paesi delle biblioteche che promuovono il Festival (Albino, Alzano Lombardo, Caravaggio,Casirate d’Adda, Leffe, Martinengo, Nembro, Ponteranica, Pradalunga, Ranica, Romano di Lombardia, Seriate, Trescore Balneario, Treviglio e Villa di Serio): Marco Peano, Maurizio Torchio, Luca Ricci, Alessandro Robecchi, Paolo Cognetti, Antonio Manzini, Valerio Varesi, Silvia Zucca, Antonio Scurati, Marco Santagata, Fulvio Ervas, Paola Mastrocola, Chandra Livia Candiani, Fabio Geda, Chiara Gamberale e lo stesso direttore artistico del festival Raul Montanari.

Per 8 incontri, a conversare con gli autori ci sarà il direttore artistico Raul Montanari. Nei rimanenti appuntamenti si alterneranno altri moderatori: lo scrittore Davide Sapienza, conosciuto dai lettori bergamaschi e già noto al pubblico del festival, lo storico e critico Luca Crovi, che torna dopo aver “esordito” nella passata edizione, lo scrittore di noir Romano De Marco, che è stato anche ospite del festival in passato, la scrittrice ed editrice Giovanna Zoboli e Stefano Rinaldi, dirigente del Comune di Seriate.
Gli incontri sono ad ingresso gratuito e si terranno il giovedì o venerdì alle ore 20,30 o il sabato alle ore 18,00.

Il festival prevede poi un ricco provramma anche per le scuole.

Novità di quest’anno è ALFABETO DEL PRESENTE: rassegna parallela al festival che ne arricchisce la programmazione, composta da incontri con studiosi e saggisti invitati ad approfondire alcuni temi chiave della contemporaneità. A curarne la direzione scientifica è Fabio Cleto, docente di Letteratura inglese moderna e contemporanea e Storia culturale (Critica culturale e Culture del presente) all’Università degli studi di Bergamo e direttore dell’Osservatorio sui segni del tempo.

“Presente’ è innanzitutto un tempo: è il tempo composto in cui siamo immersi, il tempo inafferrabile dell’esperienza e dell’azione – spiega il direttore scientifico Fabio Cleto -. Ma ‘presente’ evoca anche lo spazio: è un enunciato che riconosce la partecipazione, è la performance di presenza che colloca ritualmente l’identità in un tessuto di relazioni. Rispondiamo ‘presente’ all’appello che ci viene rivolto tanto dagli spazi di formazione (essere in classe) quanto dalla socialità (esserci, partecipare, appartenere). Il presente è infine pure un modo verbale: il modo di una narrazione che diventa paradigma cognitivo. Riflettere su questa narrazione della presenza significa fare i conti con il contemporaneo: ri‐conoscersi in esso”.

Alfabeto del Presente si rivolge al pubblico del festival e a nuovi ascoltatori e si presenta come un’occasione per approfondire vari temi della contemporaneità, tra cui la democrazia, la famiglia e la donna, ed anche un’opportunità di formazione grazie ai saggisti e agli studiosi ospiti.

Il primo incontro sarà giovedì 8 ottobre e l’ultimo sabato 12 dicembre, per un totale di 10 appuntamenti in altrettanti paesi già aderenti al Festival.

Interverranno: Oliviero Bergamini, Chiara Saraceno, Stefano Petrucciani, Marco Belpoliti, Giovanni Boccia Artieri, Bruno Cartosio, Lorella Zanardo, Giorgio Vasta, Nando Pagnoncelli ed anche lo stesso direttore scientifico Fabio Cleto.
Gli incontri sono ad ingresso gratuito

Per Info : www.presenteprossimo.it – info@presenteprossimo.it

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?