Il nostro tempo è terminato – Salvatore Parise

Titolo: Il nostro tempo è terminato
Autore: Salvatore Parise
Casa Editrice: Musicaos editore
Genere: Narrativa
Pagine: 171
Prezzo: € 13,00

La distopia  da molto tempo è in mezzo a noi e ogni giorno ci dice che  stiamo precipitando verso un baratro da cui difficilmente faremo ritorno. Personalmente stimo gli scrittori che hanno il coraggio di raccontare senza veli e con una scrittura diretta il nostro contemporaneo viaggio al termine della notte

Recentemente mi sono imbattuto in Salvatore Parise, giovane autore crotonese che ha scritto Il nostro tempo è terminato, un romanzo duro che racconta  l’abisso del nostro presente in cui siamo svuotati nei rapporti poco umani dall’involuzione di una tecnologia a cui abbiamo venduto l’anima.

Siamo in una città senza nome che somiglia alle tante dormienti in cui viviamo tutti i giorni,  sempre connessi ai nostri smartphone e ai nostri computer isolati in una solitudine hopperiana in cui crediamo di essere padroni del mondo ma non ci rendiamo conto di aver perso noi stessi e gli altri.

Questo dramma si consuma in una famiglia alienata padre, madre e figlio alla resa dei conti di un’incomunicabilità troppo feroce che li sta portando verso un abisso che non fa sconti.

Loser con il suo lavoro che lo deprime, Vanity, la moglie  che vive di superficialità, dedita al gioco e all’effimero e poi c’è Ramy, il figlio che ha un’intelligenza fuori dal comune ma passa le sue giornate  chiuso nel suo mondo virtuale, incollato sempre a uno schermo tra chat e mistificazione esistenziale.

La famiglia del mulino bianco non esiste per assenza di rapporti, qui siamo in una gabbia dove tre solitudini si schiantano contro una vita senza emozioni, attori protagonisti di un mondo anaffettivo che trova la sua rappresentazione  nella vita quotidiana al tempo dei social.

Tra rapporti umani inesistenti e l’autocelebrazioni effimere di individualità represse si consuma il dramma sociale di una famiglia che è lo specchio di un’intera società, la nostra assassinata quotidianamente da un vuoto che viaggia su intenet, un demonio che ci ha insegnato a tradire di noi stessi, a mostrarci diversi da quello che siamo

Salvatore Parise nel suo romanzo racconta benissimo le pericolose dinamiche di questo fenomeno che tutti i giorni è sotto i nostri occhi.

Il nostro tempo è terminato è un romanzo convincente sul nostro disagio esistenziale nell’epoca dell’involuzione tecnologica.

1

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?