Il dominatore. Immortal – Alma Katsu

Titolo: Il dominatore. Immortal
Autore: Katsu Alma
Casa Editrice: Longanesi editore
Genere: Fantasy
Traduttore: Michele Fiume
Pagine: 336
Prezzo: 19,90 €

“Jonathan alzò una mano per fermare il coltello “Allora lascia che ti dia un ultimo consiglio Adair. Tu vuoi l’amore di Lanny: so che è così ed è giusto che tu lo voglia. Perchè nessuno ti ha mai amato Adair. Né i tuoi cosiddetti amici, né la tua famiglia. Di certo non i tuoi leccapiedi. Nessuno di loro è venuto a cercarti, vero? No. Forse sei davvero l’unica anima del creato che non ha mai conosciuto l’amore. L’unica nella storia dell’umanità che non è mai stata amata. E Lanny è la tua ultima occasione Adair” (Jonathan, pag. 312). 

Sono trascorsi più di duecento anni da quando Lanny e Jonathan, due immortali, hanno imprigionato il più potente ed antico tra gli eterni, lo stregone Adair, murandolo vivo nella sua casa e sigillando la sua prigione con potenti incantesimi. Ma durante le operazioni di demolizione della casa, avvenuta ai giorni nostri, il sigillo si spezza e Adair recupera la tanto agognata libertà. Immediatamente lo stregone decide di radunare il suo antico e potente esercito di immortali a lui fedeli per riacquistare l’antico potere di cui godeva. Il primo obiettivo sarà trovare dove si nascondono Jonathan e Lanny e punirli entrambi per il loro tradimento. Ma qualcosa in Adair è cambiato in tutti questi duecento anni. Forse la vendetta non è ciò che desidera da Lanny. Forse da lei vuole qualcosa di diverso.

Ho sempre pensato che quando si recensisce un libro si debba tenere conto di alcune cose: la capacità narrativa dell’autore, lo stile, la lingua, la storia ma anche la traduzione e l’impegno che una casa editrice mette perché noi lettori possiamo goderci il libro. Nel complesso dunque posso dire che Il Dominatore  è un libro“carino”, ma non mi sbilancio oltre. Certo il mio è un giudizio personalissimo e anche non condivisibile ma, se devo essere sincero, più passavano le pagine e più mi sembrava di leggere un romanzo di Liala, ben scritto certo, ma che non mi ha trasmesso grandi emozioni.

1

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?