Collana Einaudi: Semplicemente Eroi – Seconda Parte

Titolo: Peppino Impastato, una voce libera - Oskar Schindler il giusto
Autore: Davide Morosinotto, Nicoletta Bortolotti
Data di pubbl.: 2017
Casa Editrice: Einaudi
Genere: Romanzo per ragazzi
Pagine: 128 - 160
Prezzo: 10,00

 

                 Cop Eroi 3.indd                             Cop eroi 4.indd

 

Continua il nostro viaggio alla scoperta della coraggiosa collana per ragazzi “Semplicemente Eroi”, edita da Einaudi. Se i primi due libri affrontano il tema della scoperta e il riconoscimento di ciò che è (apparentemente) diverso da noi, gli ultimi due libri della collana figurano essere più politici e complessi. Entrambi introducono i giovanissimi a due personaggi del novecento non abbastanza celebrati.

Il primo volume, Peppino Impastato, una voce libera, scritto da Davide Morosinotto, è la prova di come un gesto coraggioso possa ispirarne altri, di come un eroe del popolo possa crearne di nuovi. Al centro del libro c’è la voce di Peppino, un ragazzo di famiglia semplice, che ha avuto il coraggio di sfidare la potentissima mafia locale, raccontando ogni giorno alla radio la verità in un periodo in cui l’omertà fa da padrona e la paura acceca le persone. Il libro racconta la sua storia – gli ultimi giorni in particolare –  tramite gli occhi di Totò, un ragazzino che inizia ad intuire le dinamiche di terrore e sottomissione che vigono nel suo paese, e resta affascinato da questo personaggio ribelle, al punto da sfidare la sua stessa famiglia in nome della giustizia. L’espediente del ragazzino che racconta il suo punto di vista – dapprima ingenuo e poi sempre più consapevole – su quello che accade nel paese nel quale è cresciuto, funziona in maniera ineccepibile, facendo emergere la figura di Peppino Impastato come quella di un ragazzo che amava la libertà fino a mettere a rischio la sua stessa vita.

Nell’ultimo libro uscito finora nella collana, Oskar Schindler il giusto, Nicoletta Bortolotti affronta con particolare freschezza il tema della seconda guerra mondiale, tramite l’incredibile storia di un altro uomo che amava la vita, l’imprenditore tedesco Oskar Schindler. Il narratore d’eccezione è in questo caso un uomo davvero esistito, Itzhak Stern, un contabile ebreo polacco che venne assunto da Schindler quando aprì la fabbrica che diede lavoro a mille ebrei, salvandoli dagli orrori dei campi di concentramento cui sarebbero stati altrimenti condannati. L’incredulità di Stern nel vedere un tedesco trattare ebrei come suoi pari fino a sacrificare tutto per loro, esprime alla perfezione le reazioni del lettore nel seguire lo svolgersi di eventi e pensieri che è stata la vita di Schindler. Ambizioso lavoratore, amante delle feste e dell’amore, uomo giusto e infine intrepido eroe: Oskar viene qui raffigurato in tutte le sue mille sfaccettature di umanità, regalando al lettore un raggio di sole in quella che è stata una delle notti più buie della storia. Tra tutti i libri della collana, questo è forse il più duro da digerire, il più forte, ma non per questo bisogna temere di farlo leggere ai ragazzi.

Entrambi i libri, infatti, si presentano come lettura insolita e arricchente a partire dai 12 anni.

 

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

2

Nata a Lugano (Svizzera) nel 1991, ho scoperto a sei anni che leggere fiabe era la cosa più bella del mondo. Laureandomi in “Children’s Literature” a Londra, ho trovato la scusa perfetta per continuare a farlo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?