All’improvviso la scorsa estate – Sarah Morgan

Titolo: All'improvviso la scorsa estate
Autore: Sarah Morgan
Data di pubbl.: 2015
Casa Editrice: HarlequinMondadori
Genere: Romanzo
Traduttore: Alessandra DeAngelis
Pagine: 377
Prezzo: 14,90

Élise è una rinomata chef francese che con i suoi piatti delizia il palato degli ospiti dello Snow Crystal Resort, nel Vermont. Elise è una donna passionale, intelligente e sensibile ed è molto legata agli O’Neil, i proprietari del Resort, una famiglia molto unita che ha accolto Élise con affetto facendola sentire come a casa propria.

Élise, infatti, è fuggita da Parigi e da una relazione sentimentale molto difficile ed è solo grazie all’affetto degli O’ Neil e alla tranquillità dei boschi rigogliosi del Vermont che ha finalmente ritrovato il suo equilibrio; le sue giornate trascorrono frenetiche tra gustosi piatti da sperimentare e un nuovo emozionante progetto nel quale si è lanciata con la consueta dedizione: il Boathouse café, un bistrot che la donna sta costruendo, insieme agli O’Neil, per risollevare le sorti economiche dell’albergo.

Tutto sembra filare liscio, ma un malore del nonno, patriarca indiscusso della famiglia, richiama dalla città Sean, l’affascinante nipote che, unico tra tutti, ha abbandonato il Resort per seguire la sua brillante carriera di medico ortopedico a Boston. Sean è affascinante, carismatico, intelligente e, come Élise, ben determinato a non lasciarsi irretire dall’amore: entrambi, infatti, sono convinti di non essere capaci di impegnarsi in una relazione duratura e sono alla ricerca solo di fugaci avventure.

“Era sicura che non gli avrebbe mai telefonato. Sarebbe stato il primo passo per cercare di avere una storia seria, e lei non intendeva più imboccare quella via, neanche per percorrerne solo un tratto. Ci aveva già provato e le era parso di camminare scalza sui vetri rotti. Portava ancora le cicatrici di quell’esperienza fallimentare ed era per quel motivo che non avrebbe più preso decisioni basandosi sui sentimenti. In fatto di uomini, avrebbe seguito solo la testa e non il cuore.” (p. 47)

Eppure…Scommettiamo che i due protagonisti si dovranno ricredere?

Una storia sentimentale, piacevole e frizzante, che troverà di sicuro consenso tra le lettrici più romantiche: All’improvviso la scorsa estate è il secondo capitolo, che può essere letto anche singolarmente, di una saga familiare piena di emozioni che Sarah Morgan dedica ai fratelli O’Neil e che sta riscuotendo molto successo di pubblico. Personaggi accattivanti e ben delineati, descritti in maniera vivida, ognuno dei quali col proprio fardello di sofferenze capace di renderlo realistico e non stereotipato: Élise e Sean sono una bella coppia, destinata a fare scintille e ad assicurarsi le simpatie del pubblico.  Impossibile non provare tenerezza verso gli O’Neil, una famiglia che nonostante tutto è unita nelle avversità è sempre pronta a sacrificarsi e a donare il proprio aiuto, ed è facile riuscire ad immaginarsi quei luoghi carichi d’atmosfera, le foreste e il lago, descritti dall’autrice con tanta precisione e sentimento. Sebbene destinata ad un pubblico adulto, la storia non cade mai nella volgarità o nella banalità, anzi appare fresca, semplice e leggera ma comunque capace di divertire e coinvolgere. Una bel racconto sui sentimenti e sulle seconde possibilità, con grande cura per i dettagli sia per quel che riguarda le descrizioni dell’ambiente che per i pensieri, le paure e i desideri dei protagonisti: un libro consigliato per qualche ora di assoluto relax e per qualche sogno ad occhi aperti!

1

Acquista subito

Chiara Barra

Se dovessi partire per un’isola deserta, e potessi portare con me soltanto un libro...sarebbe un’ardua impresa! Come immaginare la vita senza il mistero di Agatha Christie, la complessità di Milan Kundera, la passione di Irène Nemirovsky, l’amarezza di Gianrico Carofiglio, il calore di Gabriel Garcia Marquez, la leggerezza di Sophie Kinsella (eh sì, leggo proprio di tutto, io!). Ho iniziato con “Mi racconti una storia?” e così ho conosciuto le fiabe, sono cresciuta con i romanzi per ragazzi che mi tenevano compagnia, mi sono perdutamente innamorata dei classici...che ho tradito per i contemporanei (ma il primo amore non si scorda mai)!

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?