Un volume per celebrare i cento anni delle Messaggerie Italiane

Messaggerie Italiane S.p.A. è una holding editoriale italiana nata nel 1914 ed attiva sia nell’editoria che nella distribuzione di prodotti editoriali.

Per celebrare la storia della società e il ruolo fondamentale svolto nella storia editoriale e culturale italiana verrà presentato il volume Cento anni di futuro – Storia delle Messaggerie Italiane edito da Garzanti e scritto da  Vittore Armanni.

Vittore Armanni ha raccolto centinaia di testimonianze  al fine di ricostruire la storia della società, partendo dalla sua fondazione ad opera di due famiglie: i Calaci e i Mauri. Attraverso le pagine del libro sarà possibile ritrovare personaggi-simbolo della cultura italiana del Novecento: Luigi Pirandello, Pier Paolo Pasolini, Ottiero Ottieri, Arnoldo Mondadori, Valentino Bompiani e molti altri ancora.

La presentazione si terrà in occasione di Bookcity 2013, sabato 23 novembre alle ore 18.00, presso la sala conferenze di Palazzo Reale di Milano, e si svolgerà alla presenza dell’autore Vittore Armanni, del giornalista Furio Colombo, dello scrittore Umberto Eco, dell’editore Giuseppe Laterza, del presidente di Messaggerie Italiane Achille Mauri e dell’assessore alla cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno.

La società nacque come Società Generale delle Messaggerie Italiane di Giornale, Riviste e Libri  nel 1914 a Bologna (sede legale fino al 1982), dove Giulio Calaci cominciò la sua attività di compravendita e commercio di prodotti editoriali e materiale didattico.

Quando i Calabi nel 1937 furono colpiti dalle leggi razziali e costretti all’esilio alla vigilia della seconda guerra mondiale , l’attività venne affidata a Umberto Mauri, passando così sotto la gestione dellla famiglia Mauri, che porterà la società ad una graduale suddivisione tra le varie attività: nascono così Messaggerie Periodici e Messaggerie Libri.

Nel 1977 venne avviata l’attività editoriale attraverso l’acquisizione della Longanesi, cui seguirono negli anni a venire numerose altre acquisizioni (tra cui Guanda, Salani, Corbaccio, Ponte alle Grazie, Garzanti Editore, in collaborazione con UTET, Vallardi) oltre alla creazione di nuove identità editoriali (TEA).

Verso la fine degli anni novanta iniziò una forte espansione, cui segui l’apertura di numerose librerie (le Melbookstore) in alcune delle città più importanti d’Italia e la fondazione del primo sito di vendita di libri online, ibs.it, da cui derivò la creazione di libraccio.it, dedicato ai libri scolastici nuovi e usati.

Nel 2009 nacque GeMS, Gruppo edtoriale Mauri Spaniel che raggruppa tutte le case editrici del gruppo fino ad allora divise tra a proprietà di Messagerie italane, Longanesi e la famiglia Spagnol.

Da sempre caratterizzata da una visione imprenditoriale aperta, nel segno dell’innovazione e della pluralità dell’offerta editoriale, è divenuta negli anni il punto di riferimento di molti editori indipendenti.

“Il nostro maggior campo di semina deve essere oggi la scuola nel suo necessario rinnovamento – ha spiegato Achille Mauri – Oggi non si tratta quindi di chiudere un secolo, ma di aver voglia di ricominciare da capo questa partita: usare i nuovi mezzi di comunicazione per seminare nelle scuole attraverso una didattica attraente, incontrare ovunque nuovi lettori, e con loro seguitare ad accompagnare con i libri, di carta o digitali che siano, la crescita culturale di un Paese”.

0

Ti potrebbero interessare...

Login