Pagine da Chef – Cucina smart con Jamie Oliver

Titolo: Cucina smart con Jamie Oliver. Poca spesa, piatti gustosi, senza sprechi
Autore: Oliver Jamie
Casa Editrice: TEA
Genere: ricettario
Prezzo: 26.00 €

Perché leggere questo libro: perché Jamie Oliver vi stupirà … e stupirà i vostri ospiti.

Voto: 4 padelle

Premetto che, appena ricevuto questo libro, ho pensato: “un ricettario scritto da un anglosassone…speriamo in bene!” Ma dalla quarta di copertina: “Questo libro vi insegnerà come cucinare cibi sani e gustosi con poca spesa. Voglio dire: piatti saporiti, colorati, e che danno allegria per coccolarvi stare bene ed essere felici. Ogni ricetta è di alta qualità e più economica di qualsiasi piatto pronto. È ora di passare alla cucina intelligente” …e mi sono incuriosita.

Il libro inizia con alcuni consigli su come organizzare la propria dispensa e fare in modo intelligente la spesa. Dunque, non buttare via nulla e avere sempre quello che serve per cucinare. Questo è uno dei punti di forza del libro e, in particolare, a mio parere, la sezione sul congelatore.

Si continua con il ricettario vero e proprio diviso in sezioni tematiche: cucina vegetariana, con pollo, con manzo, con maiale, agnello e pesce. Ogni capitolo è ulteriormente suddiviso in ricette: “della domenica”, con gli avanzi e altre ancora. Infine ci sono le ricette “bonus”. Sparsi in tutto il libro ottimi spunti per cucinare sempre con prodotti genuini, freschi e ricchi di gusto.

Ogni ricetta è accompagnata da una fotografia del piatto proposto (da far venire l’acquolina in bocca a tutti) e arricchita da un piccolo aneddoto. Particolare il fatto che vengono intervistati i fornitori dell’autore (ortolano, macellaio, pescivendolo) ma soprattutto si dà spazio alle sezioni “niente sprechi” e “compra bene”.

Ovviamente le ricette hanno un gusto “anglosassone”, con l’utilizzo di molte spezie; i piatti sono multietnici e in particolare piatti unici. Una volta superata la tipica idea di cucina mediterranea e pranzo “all’italiana”, le ricette non solo vi piaceranno ma riuscirete a prepararle anche per una cena fra amici.

All’interno del ricettario vengono scelti alcuni ingredienti e li si propone per essere cucinati in vari modi, ad esempio la zucca. Una zucca intera di circa 1,2 kg  da cuocere a 180°C per 1 ora e 30 minuti può essere utilizzata per due ricettine sfiziose proposte in 4 varianti. Io ne consiglio due, davvero buone, da fare come antipasto (finché è stagione!). -

Frittelle di zucca per 6 porzioni (139 calorie a porzione). Tempo di preparazione 30 minuti (ovviamente cottura della zucca a parte). Schiacciate metà zucca raffreddata incorporando 100 g di farina autolievitante, 1 uovo grande, 150 g di fiocchi di latte e una presa di sale e pepe. Mettete in una padella antiaderente grande un filo di olio d’oliva e deponeteci sopra il composto e cuocete a fuoco medio (dovrebbero risultare 18 frittelle). Giratele quando sono dorate sul fondo, poi aggiungete una noce di burro al centro della padella, qualche foglia di salvia fresca e continuate a rigirarle per renderle croccanti. Voltate di nuovo le frittelle per rivestirle bene di olio e proseguite la cottura finché non sono dorate su entrambi i lati. Risultano ottime servite con un po’ di formaggio grattugiato o un irriverente uovo all’occhio di bue come contorno.

Hummus di zucca da 6 a 8 porzioni (139 calorie a porzione). Tempo di preparazione: 15 minuti (oltre al tempo di cottura della zucca). Tostate un cucchiaio abbondante di semi di sesamo in una padella bollente, senza condimento, e dorateli. Su un asse sbucciate uno spicchio di aglio, tagliatelo sottile con un peperoncino piccante fresco (eliminate i semi se preferite) e mezzo mazzetto di coriandolo fresco (15 g), gambi e foglie. Mettete sull’asse metà della zucca e cospargetela di semi tostati. Versate una lattina da 400 g di ceci (liquido di conserva compreso) nella padella vuota e portateli ad ebollizione; scolateli, trasferiteli sull’asse con la restante zucca e impastate bene il tutto unendo il succo di mezzo limone e lo stesso quantitativo di olio extravergine di oliva, fino a raggiungere la consistenza desiderata. Assaggiate, correggete di sale e pepe, infine servite con tortillas calde.

Nota sull’autore: Jamie Oliver dopo aver aperto un ristorante a Londra (ora è proprietario di più ristoranti in tutto il mondo), ha dato vita ad una fondazione che si occupa di educazione alimentare e di migliorare la qualità della vita delle persone attraverso il cibo.

 

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?