Libri, crollano gli acquisti nei primi mesi 2012

Ansa, 23 marzo 16.51

E’ calata del 20%, scendendo a 471 milioni di euro, la spesa complessiva per l’acquisto di libri nel quarto trimestre 2011 (da ottobre a dicembre) rispetto allo stesso periodo del 2010. Gli acquirenti hanno registrato un -10% scendendo a 15,3 milioni e in media ogni acquirente ha speso 30,69 euro (-11%), sempre negli ultimi tre mesi dell’anno scorso rispetto allo stesso periodo 2010. E’ quanto emerge dal Rapporto su ‘L’Italia dei libri’ commissionato dal Centro per il libro e la lettura a Nielsen.

0

Ti potrebbero interessare...

  • dirce soncin

    con quello che costano!

  • Nunzia

    Molti affermano che i libri costano molto. Scarpette Hogan, impermeabile Belstaff, rossetto, sigaretta, caffè e cappuccino – ovviamente comprati al bar più chic ogni mattina – contraddistinguono l’italiano medio che lamenta che la cultura costi troppo. probababile: ma hanno mai provato a constatare quanto costi l’ignoranza?

  • Ivana

    Credo che quanto detto da Nunzia sia giusto, i soldi (pochi) delle famiglie vengono destinati ad altro, del resto non c’è un generale incentivo alla lettura nemmeno nelle scuole (ovviamente non in tutte)e le ultime decisioni politiche ad esempio sugli sconti non aiutano.
    Fortunatamente penso che non tutto sia perduto ci sono ancora “volontari della cultura” che provano ad incentivare la lettura, speriamo abbiano sempre più successo!!!

  • Felix

    Sicuramente c’è una forte tendenza all’aumento del costo dei libri in brossura (ormai si superano i 20€); tuttavia basta applicare una semplice strategia; la narrativa degli autori che ci piacciono,quando possibile, non acquistiamoli subito ma dopo un anno, quando vengono ripubblicati in edizione economica; inoltre, quando possibile, acquistiamoli nei supermercati (sempre sconto 15%), on-line o sfruttando le promozioni nelle librerie delle grandi catene; per i libri di attualità (tipo, p.es., analisi politica) non c’è da aspettare l’edizione economica; qualcuno potrà obiettare che così si ammazzano le piccole librerie; vero, ma il portafoglio è mio; che faccio, non leggo più?

Login