Il Salone del libro 2013, tra cultura e cucina

Il prossimo Salone del libro, cattedrale della cultura che s’innalza ogni Maggio al Lingotto di Torino, presenterà un’ampia sezione dedicata all’enogastronomia dove le star dei fornelli si esibiranno in «Exhibition food», raccontando alla gente quanto il mondo del cibo sia affine a quello del libro.

Il conforto dei grandi classici, non manca: dalla madeleine proustiana al risotto patrio di gaddiana memoria, non escludendo una pietanza agée come il fegato fritto tanto caro al sir Leopold Bloom dell’«Ulisse» di Joyce. Arriva, così, «Cook-Book» la nuova ampia sezione dedicata alla cucina che diventerà romanzo, manuale, favola, al Salone del libro 2013. E’ stata proprio una scelta della Regione Piemonte quella di decidere di mescolare le due “C” di cultura e cucina: «Lo dimostrano sia trasmissioni cult come MasterChef, sia i libri più venduti al momento: l’enogastronomia è passione di massa che merita un approccio di élite – spiega l’Assessore alla Cultura Michele Coppola – e così nel «Cook-Book» del Padiglione 3 ci sarà un’area dedicata ai manuali di cucina come ai romanzi in cui si parla di cibo. Un ambiente unico che sappia unire sapore e sapere». Saranno presenti, inoltre, anche le case editrici (di settore e non) che presenteranno il meglio dei libri di cucina più nuovi. Nel cuore dell’area, infine, «Show Kitchen», la cucina che dà spettacolo: qui i cuochi super-stellati si esibiranno ai fornelli. «Cook-Book» proporrà inoltre un ricco palinsesto culturale con incontri, convegni, laboratori e racconti di viaggio. Sarà presente anche uno spazio dedicato all’infanzia, il «Cook Book Corner», che parlerà di educazione al gusto e, ogni mattina, uno o più laboratori si trasformeranno in mini-scuole di cucina per bambini, sempre e comunque accompagnate dai libri. 

0

Ti potrebbero interessare...

Login