Bologna Children’s Book Fair: la speranza viene dai ragazzi

La  51ma edizione della Fiera internazionale del Libro per ragazzi di Bologna (24-27 marzo) si apre con ottime notizie: bimbi e famiglie protagoniste assolute del libro e della lettura con Facce da Libri e con il grande progetto “Amo chi legge…e gli regalo un libro”.

Dopo anni di statistiche negative, il settore torna a registrare nel 2013 il segno +, chiudendo con un + 3,1%, come abbiamo già comunicato qualche giorno fa dunque, la speranza viene dai ragazzi.

Conviene scommettere sui più piccoli e, proprio su questa linea, torna per il quarto anno consecutivo Facce da Libri, una serie di incontri nelle biblioteche dell’Istituzione Biblioteche Bologna tra autori e illustratori italiani e stranieri e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado nelle mattinate del 25, 26 e 27 marzo. Saranno millecinquecento i bambini coinvolti, nei 33 incontri con grandi scrittori e illustratori per ragazzi del calibro di Maria Teresa Andruetto, vincitrice del premio Andersen 2012, Andrè Neves, Bernard Friot e Tosca Menten. Tra gli italiani, Roberto Piumini, Pierdomenico Baccalario e Angelo Petrosino, oltre a Claudia de Lillo (la Elasti del blog Nonsolomamma) e Anna Vivarelli.

Sempre a Bologna, riparte anche Amo chi legge…e gli regalo un libro, il bellissimo progetto finalizzato alla promozione della lettura e del libro, che coinvolge e appassiona tutti i lettori, organizzata dall’AIE in collaborazione con Associazione Italiana Biblioteche, Associazione Librai Italiani e Nati per Leggere. Nelle librerie aderenti della città e al Padiglione “Non ditelo ai grandi” si potrà acquistare anche un solo libro per contribuire alla crescita culturale del nostro Paese. 

Torna poi anche quest’anno il BOP – Bologna Prize per il Miglior Editore per Ragazzi dell’anno. Fiera del Libro per Ragazzi, BolognaFiere ed AIE valorizzeranno l’eccellenza dell’editoria per ragazzi di tutto il mondo con un riconoscimento agli editori che maggiormente si sono distinti per il carattere creativo e la qualità delle scelte editoriali nel corso dell’anno.  Per questo, previsti sei i premi, uno per ciascuna area geografica (Europa, Africa, Asia, Nord America, Centro Sud America, Oceania).

Grande spazio sarà dedicato anche ai contenuti nel digitale nel convegno internazionale organizzato da TISP (Technology Innovation for Smart Publishing) Story-telling and story-selling. Digital kids between transmedia experiences and market trends, in programma il 26 marzo alle 10.30 – in cui sarà presentata una ricerca online dedicata alla lettura dei bambini nell’era digitale a cura di AIE, AIB, Filastrocche.it, e Mamamò.it, in collaborazione con Fattore Mamma.

«Quest’anno più che mai la Fiera di Bologna sarà per noi editori un’occasione per “lavorare in squadra”, coinvolgendo i librai, i bibliotecari, gli insegnanti e gli educatori di tutta Italia – ha spiegato Francesca Archinto, coordinatrice del gruppo editori per ragazzi di AIE –. Da questi rapporti e da queste alleanze nasce anche la forza del libro italiano e forse anche in questo sta l’insperata chiusura positiva del segmento ragazzi nel 2013».

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?