Assassin’s Creed Black Flag – Oliver Bowden

Titolo: Assassin's creed black flag
Autore: Bowden Oliver
Casa Editrice: Sperling & Kupfer editore
Genere: Fantasy
Traduttore: Tullio Bowden
Pagine: 468
Prezzo: 19.90 €

“Dunque fate tutti parte di qualche bislacca religione?” “Siamo Assassini e rispettiamo un Credo. Che però non ci ordina di agire o sottomettere…solo di essere saggi.”. Uscì dalla bassa galleria in un altro passaggio dove almeno si poteva camminare eretti. “un Credo”, ripetei io continuando a seguirlo. “Racconta, dai, sono tutto orecchi” “Nulla è reale, tutto è lecito. Questa è la sola certezza che esista al mondo” (Kidd e Kenway pag. 248-249)

1719, Inghilterra. Un giovane ragazzo di campagna di nome Edward Kenway, per sconfiggere la povertà e la miseria che stringono la sua famiglia, decide di intraprendere la carriera di corsaro sotto la protezione della corona britannica, lasciando gli anziani genitori e la sposa novella. Dieci anni dopo è il più famigerato e spietato pirata dei sette mari, una figura leggendaria che nulla ha da invidiare al leggendario Barbanera.

Un giorno, a sua insaputa, Kenway si ritrova coinvolto in una misteriosa ricerca che vede coinvolti due antichi, quanto segreti, ordini: i Templari e gli  Assassini. Scopo della ricerca è recuperare un antico manufatto che, se cadesse nelle mani sbagliate, causerebbe enormi disastri. Alleatosi con gli Assassini, Kenway dovrà impedire ai Templari di recuperare il manufatto salvando così anche il mondo.

Tratto dal celebre videogioco di ormai fama mondiale Assassin’s Creed, che proprio poco tempo fa festeggiava l’uscita del suo quarto capitolo, Black Flag è un fantasy davvero coinvolgente. Non occorre essere un patito fans del celebre gioco ( anche se, chi scrive, scommette ampiamente che gli ammiratori della serie ne resteranno entusiasti) per trovare bello questo romanzo. Le ricostruzioni storiche sono assai accurate e vengono dipinte con estremo realismo al lettore quasi si possano vedere le navi e udire il rumore dei cannoni. La storia del pirata-Assassino Kenway, pur se tenuta sullo sfondo, è di una tenerezza coinvolgente. Se proprio non sapete cosa regalare per una ricorrenza, ecco a voi il libro giusto. Consigliatissimo.

 

2

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?