Antonio Munoz Molina vince l’edizione 2013 del Jerusalem Prize

Antonio Munoz Molina è il vincitore dell’edizione 2013 del Jerusalem Prize, il prestigioso premio biennale assegnato a scrittori il cui lavoro sia connesso con i temi della libertà dell’uomo, della società, della politica e del governo. Secondo la giuria infatti, lo scrittore spagnolo si è distinto proprio per il suo contributo alla riflessione “sulla libertà’ dell’individuo nella società”, e in particolare  ”per la sua straordinaria prospettiva personale, l’emozione che mostra verso i poveri, gli oppressi, gli esuli e i perseguitati”. Grazie ai suoi libri, tra cui ricordiamo ”L’inverno a Lisbona”, ”Sefarad”, ”Il vento della luna”, ”Plenilunio” e ”I misteri di Madrid” , lo scrittore è stato definito ”una delle maggiori figure letterarie mondiali tra i secoli XX e XXI”.

Munoz Molina sarà premiato il prossimo 10 Febbraio durante la cerimonia alla Fiera Internazionale del Libro di Gerusalemme, e riceverà per l’occasione un assegno di 10 mila dollari. Lo scrittore stesso ha espresso ”grande meraviglia e al tempo stesso forte emozione”per l’onore di ricevere questo premio che in passato è stato assegnato a figure di spicco della letteratura come Bertrand Russell, Eugene Ionesco, Simone de Beauvoir e molti altri.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?