Raffles: il ladro gentiluomo – Ernest William Hornung

Titolo: Raffles: Ladro gentiluomo
Autore: E.W.Hornung
Data di pubbl.: 2015
Casa Editrice: CasaSirio
Genere: giallo
Traduttore: Chiara Bonsignore
Pagine: 230
Prezzo: 14.00

Dei vari furti nei quali fummo entrambi coinvolti sono ben pochi, mi sembra, quelli degni di essere raccontati anche solo in breve. Non che gli altri contengano dettagli che mi guarderei dal riferire;al contrario, è l’assenza di imprevisti a renderla inutile al mio scopo. A dire il vero i nostri piani erano così accuratamente orditi da Raffles che la possibilità di un contrattempo si riduceva al minimo prima ancora di iniziare un lavoro. Poteva capitarci di rimanere delusi dallo scarso valore del bottino, ma era un eccezione per noi trovarci di fronte a impedimenti improvvisi o coinvolti in un dilemma particolarmente drammatico. (Bunny Manders pag.120)

Londra, fine ottocento. Nella pittoresca capitale dell’impero britannico, ispirazione di innumerevoli leggende, un giovane di buona famiglia si ritrova in ristrettezze economiche dopo aver perso gran parte dei suoi averi al gioco. La sola occasione che il giovane Bunny Manders, coprotagonista e narratore di tutte le vicende, è quella di appellarsi ad un suo vecchio, e tutt’ora popolare, compagno di studi l’enigmatico Raffles, nella speranza di ottenere un piccolo prestito per ripagare i creditori. Ma alla notizia che il suo potenziale benefattore non è in grado di aiutarlo perchè privo di soldi, getta Bunny nel più profondo stato di disperazione. L’umiliazione e la galera sembrano l’unico futuro per lui a meno che Bunny non accetti di aiutare Raffles in un suo singolare progetto: rapinare una gioielleria. Hanno così inizio le avventure del leggendario ladro gentiluomo Raffles e del suo aiutante.

Non vi sono racconti più raffinati di questi, in Inghilterra,ma viste le loro implicazioni li trovo pericolosi. Il criminale non dovrebbe mai essere l’eroe. Così scriveva Sir Arthur Conan Doyle riferendosi alle avventure di A.J.Raffles ladro gentiluomo nato dalla penna di E.W.Hornung. Assai famoso in patria, celebre in tutto il mondo anglosassone e praticamente sconosciuto fuori da questo, Raffles riappare, dopo una vera e propria “latitanza” editoriale, nella sua versione più elegante ed irresistibile che mai, curata da CasaSirio e tradotta dalla capacissima Chiara Bonsignore. Questo gioiello libraio, e non ho altre parole per poterlo definire, è qualcosa di sorprendente ed unico. Gradevolissimo alla lettura, interessante per i contenuti, le avventure di Raffles incantano facilmente il lettore portandolo ad assaporare il vero piacere del brivido accompagnato da una generosa dose di ironia. Una lettura che ritengo debba essere obbligatoria per chiunque si dichiari amante dei buoni libri.

Da non perdere.

4

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?