Le mani in tasca – Daniela Grandinetti

Titolo: Le mani in tasca
Autore: Daniela Grandinetti
Data di pubbl.: 2020
Casa Editrice: Augh!
Genere: Narrativa
Pagine: 220
Prezzo: 14 €

Guidano la nostra vita, nel bene o nel male; danno ai nostri tormenti delle risposte, giuste o sbagliate; ci rendono un po’ più vivi e ci salvano dalla noia, eppure, a volte ci incatenano. Stiamo parlando delle ideologie: quei sistemi teorici con cui facciamo i conti fin da subito. Guai però a non confrontarci lucidamente con loro, perché possono illuderci e trascinarci nell’inferno delle nostre convinzioni.

Le storie di Oriana e Diario si intrecciano negli anni bui della lotta tra “neri” e “rossi”, in cui le idee dell’una e dell’altra parte si difendevano con le armi. Il tempo ci ha consegnato un verdetto: troppi giovani furono mandati al macello da cattivi maestri in cerca di gloria. Oggi li chiameremmo influencer, un tempo erano reazionari complici della Ragion di Stato.

Daniela Grandinetti rende giustizia alla storia. In questo romanzo mette a confronto i carnefici e le vittime. Oriana è una ragazza di Calabria, nata nel perbenismo, riottosa per natura, pronta a spazzare via l’ingiustizia. Quando decide di trasferirsi a Bologna per proseguire gli studi universitari, abbraccia il marxismo, lo rende un idolo, diventa il tassello di un ismo più grande di lei. Si innamora anche di un’altra attività: il teatro. Sul palco incontrerà Dario, uomo enigmatico e tormentato, lontano dalla lotta di classe, ma guidato dall’amore verso Oriana.

Entrambi non si appartengono. Lei è una pedina della fantomatica rivoluzione che un gruppo di giovani vuole mettere in campo. Lui è un uomo innamorato, in cerca di una storia travolgente e di un ideale con il quale navigare stabilmente nel mare agitato della vita. Tutti e due cercano il senso dell’esistenza. Lei in una ideologia, lui nell’amore. Bologna è il centro del mondo in quel momento, il loro Universo. Nulla esiste oltre questa città, fino al 2 agosto 1980, il giorno della strage alla stazione ferroviaria.

Daniela Grandinetti non dà giudizi, sarebbe inutile se non avventato. Attraversa tutto con delicatezza, racconta una storia di uomini, di giovani senza colpa. Il suo è un libro che non gioca con i sentimenti, ma che mette in mostra il peggiore dei mali, ossia, l’inconsapevolezza d’esser parte del proprio tempo solo in alcuni istanti. Ma di un altro male parla la scrittrice calabrese ed è quello che alberga in ognuno di noi: la costante pulsione di morte che ci rende contraddittori, assassini anche quando non uccidiamo, dispensatori del male anche quando siamo seduti in poltrona.

Dario e Oriana sono simboli di una generazione tradita, indifesa e lasciata in balia del trasformismo e questo libro sa dire più di tanti manuali di storia.

0

Acquista subito

Martino Ciano

Classe 1982, vive a Tortora, comune della provincia di Cosenza. Promesso ragioniere, lascia la partita doppia per la letteratura, la poesia, la musica e il giornalismo. Si laurea in Scienze Storiche all’Università La Sapienza di Roma. Attualmente è corrispondente per l’emettente televisiva Rete 3 Digiesse. Nel 2011, l’incontro con Gli amanti dei libri, per cui cura la rubrica Amabili letture. Collabora anche con le riviste letterarie Euterpe, Satisfiction e Zona di Disagio di Nicola Vacca. Ama scrivere racconti, alcuni dei quali sono stati pubblicati su siti e riviste on-line. Tra questi, La logica del difetto è nel catalogo dalla Bla - Bookmark Literary Agency di Paolo Melissi. La sua pagina personale facebook è Dispersioni 82. AMABILI LETTURE: I libri che mi piacciono, i classici che mi hanno formato, il profumo delle parole che mi hanno riempito l’anima. Sono un lettore anarchico, che si sposta da un genere all’altro con il solo obiettivo di saziare le mie curiosità. Voglio condividere con voi le mie impressioni sulle opere che mi hanno reso un divoratore di parole. In questo spazio verrà data voce agli esordienti, agli autori dimenticati, ai poeti, ai sognatori, agli irregolari. La letteratura è arte e scrivere d’arte è il mestiere più bello del mondo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?

Per continuare a navigare su questo sito, accetta l'informativa sui cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi