Le donne erediteranno la terra – Aldo Cazzullo

Titolo: Le donne erediteranno la terra
Autore: Aldo Cazzullo
Data di pubbl.: 2016
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 215
Prezzo: 17.00€

Le donne erediteranno la terra, un elogio alla figura femminile in tutta la sua bellezza e alla sua forza, fatto da Aldo Cazzullo per Mondadori, durante quello che lui stesso definisce “il secolo del sorpasso della donna sull’uomo”.  I segnali, secondo l’autore, sono tangibili e non possono essere ignorati;  a Londra e a Berlino governano due donne, il sindaco della nostra capitale è una donna, abbiamo anche una presidente alla camera e un’astronauta che ci riempie d’orgoglio, ma questo è solo l’inizio. Solo le donne con le loro qualità e la loro tenacia riusciranno a guidarci nel terribile periodo storico che ci aspetta. L’autore evoca il genio femminile che nel corso dei secoli si è preso cura della terra e dell’uomo, riunendo qui le loro storie sperando che possano essere un’ispirazione per le nuove generazioni. Proprio a loro è rivolto questo libro, a quelle ragazze che Cazzullo definisce come “la generazione Hermione”, ragazze cresciute con modelli completamente diversi da quelli del passato ma che devono comunque conoscere le donne che ci sono state prima di loro. Donne del passato e del presente che con la loro testardaggine hanno provato a rivoluzionare un mondo maschilista che ancora oggi prova, e molte volte riesce, a schiacciare la forza proprio perché consapevoli degli effetti che questa potrebbe avere sulla società che hanno costruito sulle fondamenta del testosterone. Scrittrici, scienziate, attrici, astronaute, ricercatrici, insegnanti, ribelli, soldate, artiste, politiche, mogli, personaggi della letteratura ogni donna trova il suo spazio tra le pagine di Cazzullo. Ovviamente un occhio di riguardo va alla nostra bella penisola, dove il maschilismo viene insegnato molte volte proprio dalle donne, eppure anche noi abbiamo avuto, e abbiamo, le nostre piccole rivincite. Donne straordinarie che non si sono fermate davanti alla prima porta chiusa, che hanno inseguito un obiettivo e l’hanno raggiunto con orgoglio. Per ricordarci che non siamo solo il paese di Belen Rodriguez, ma soprattutto di Tina Anselmi, che da poco ci ha lasciati con una grande eredità da non dimenticare.

«È come se da decine di secoli le donne in qualche modo vegliassero sulla storia, e le impedissero di degenerare

Aldo Cazzullo riesce nell’ardua impresa di raccontare tutta la storia femminile in poco meno di 200 pagine, consapevole del fatto che in realtà non ne basterebbero nemmeno il doppio per rendergli tutta la giustizia che merita. Per questo motivo inizialmente lo scetticismo era tanto, ma Cazzullo con la sua prosa impeccabile riesce a trasmettere il profondo amore e rispetto che nutre per le donne di cui scrive, che riprendono vita nelle pagine. La donna è il centro di tutto, il motore della terra, e non è certo presunzione, a parlare è la storia. Una storia difficile e sofferta, che raramente si schiera dalla parte femminile ma non per questo non degna di essere raccontata, storie di grandi donne che oggi più che mai sono un monito per apprezzare quello che siamo nel nostro piccolo e distaccarci finalmente da molti ideali sbagliati da cui veniamo influenzate fin da bambine. Per fortuna le nuove generazioni vengono influenzate da modelli diversi dai nostri, soprattutto nel cinema e nella letteratura, noi quei modelli ce li siamo dovuti cercare da sole. Cazzullo lo sa ed è proprio a loro che dedica questo libro, per ricordare quello che siamo state, quello che abbiamo costruito con le nostre braccia e dove potremmo arrivare se solo trovassimo la forza di brillare in cielo senza stelle. Le donne di Cazzullo sono tante, e tutte diverse, e tutte hanno sono un tassello fondamentale della storia del mondo. Ma donne del genere non si trovano solo nei libri di storia, si trovano anche nell’intimità della nostra casa, sono quelle donne che ci hanno cresciuto e amato e questo non si può dimenticare. Per questo le ultime pagine del libro viene denominata “la donna della mia vita”, dove sono inserite brevi intense storie di vita di donne che non hanno cambiato il mondo, ma che hanno saputo ispirare la vita delle persone che hanno avuto accanto.  L’autore non lascia indietro davvero nessuno, e se il caro maschio alpha sta arricciando il naso in questo momento si ricordi che anche lui è stato cresciuto da una donna, e che dovrebbe essere uno dei primi lettori di questo libro, che diventa più che mai uno specchio in cui riflettersi. Il fine ultimo dell’autore è il riconoscimento della donna a 360° all’interno della società, perché le donne non devono essere più un’eccezione ma la normalità.
La narrazione di Cazzullo scorre come un fiume in piena ed è impossibile non lasciarsi travolgere, la passione che ha messo in queste pagine è palpabile e contagiosa, assolutamente da leggere.

«Voi donne siete meglio di noi. Non pensiate che gli uomini non lo sappiano; lo sappiamo benissimo, e sono millenni che ci organizziamo per sottomettervi, spesso con il vostro volenteroso aiuto. Ma quel tempo sta finendo. È finito. Comincia il tempo in cui le donne prenderanno il potere. E potere non è una parola negativa, dipenda dall’uso che se ne fa. Le donne ne fanno un uso migliore degli uomini. E li salveranno. »

3

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?