Il vento che sa di miele e di cannella – Nerea Riesco

Titolo:  Il vento che sa di miele e di cannella

Autrice: Nerea Riesco

Editore: Garzanti

Genere: Romanzo

Anno di pubblicazione: 2013

Pagine: 285

Costo: € 17,60

 Spagna 1544: siamo nell’età delle grandi scoperte. Il Nuovo Mondo era una terra ricca di promesse, ma il periodo storico era contrassegnato dalla paura per il diverso che si manifestava soprattutto nell’intransigenza religiosa. Mariana Enrìquez, figlia di un nobile castigliano, fin dalla più tenera età dimostra di avere un animo ribelle nonostante la rigida educazione impartitale. Oltre ad una bellezza fuori dal comune, possiede anche un’innata curiosità e l’amore per la cultura e il sapere umano in tutte le sue forme. Così quando le si prospetta l’occasione di partire per il Nuovo Mondo, per sposarsi col figlio del Vicerè, il desiderio di scoprire una nuova terra vince la poca convinzione che nutre nei confronti di questo matrimonio. Ha inizio un viaggio che la cambierà per sempre, facendole conoscere il vero amore.

La trama de Il vento che sa di miele e di cannella fa intendere di trovarsi a leggere una storia d’amore a sfondo storico. Ebbene non è così: anche se è presente la storia d’amore di Mariana, l’intero libro è in realtà un inno all’amore per il sapere e la cultura. Tra tutti gli incontri che la donna farà nel suo viaggio il più importante è sicuramente quello con la cultura Maya. Un altro messaggio fortemente radicato in questo romanzo è l’intolleranza verso il diverso. L’autrice è stata abilissima nel descrivere il clima di oppressione che si respirava in quell’epoca, segnata dalle vicende del tribunale dell’inquisizione spagnola che non esitava a punire, anche con la morte, chiunque mettesse in dubbio i dogmi del cattolicesimo; altra tematica affrontata, il disprezzo dei conquistadores nei confronti degli indigeni, trattati  alla stregua di bestie prive di raziocinio, distruttori di una delle civiltà più ricche della storia.

Oltre a Mariana, l’autrice ha disseminato il racconto di personaggi più o meno importanti, tutti ugualmente ben caratterizzati. In particolar modo risulta sorprendente il confronto tra la personalità della protagonista e quella dei fratelli. Mariana ha un animo ribelle, per quanto sia possibile ribellarsi in una società così rigida, ma è anche una ragazza cresciuta nel rispetto degli altri e della religione. E’ davvero interessante assistere alla sua evoluzione. Inizialmente appare trattenuta nelle sue azioni e obbediente, non tanto per convinzione ma per paura del castigo divino, convinzione maturata in seguito a un’ educazione religiosa basata più sul terrore che sui precetti della fede. In seguito trova il coraggio di prendere in mano le redini della sua vita per realizzare i suoi desideri, senza provare pentimento o rimorsi “Intuisco che pentirsi di aver rinunciato ad agire è un male ancora peggiore di quello provocato da azioni sconsiderate […] Per una volta tanto farò ciò che mi chiede il cuore e non quello che impongono le regole”. Il fratello maggiore, Luis, è invece il degno erede degli Enriquez: rispettoso delle regole e ineccepibile nel suo comportamento, bravissimo nel ruolo di ambasciatore del re, ma meno abile nel gestire i rapporti umani anche con i familiari, comunque un personaggio positivo. L’altro fratello, Rodrigo, è al contrario uno degli antagonisti nel romanzo: malvagio e perverso solo per il gusto di esserlo, con una ossessione più che morbosa nei confronti della sorella che lo porterà a far di tutto pur di toglierle la felicità.

Molti altri personaggi  costituiscono una voce importante nel dipanarsi della storia, tanto da far assumere  una dimensione quasi corale a Il vento che sa di miele e di cannella. Ci sono forse un po’ troppe digressioni che possono allontanare dalla trama principale o annoiare il lettore, ma comunque contribuiscono a tessere uno sfondo variegato e realistico nel quale le vicende prendono vita, grazie anche alla scrittura pulita e scorrevole dell’autrice, che dà l’impressione di raccontare una storia realmente accaduta.

In conclusione consiglio la lettura di questo romanzo, sia per la storia coinvolgente sia per i personaggi autentici, ma anche perché  offre numerosi spunti di riflessione sulla libertà data dalla conoscenza.

Acquistalo scontato su IBS.it, disponibile anche in ebook!

 

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?