Human-Technology: a NY informazione istantanea senza Google

Dopo aver letto questo articolo la voglia di abbandonare lo smartphone di fronte ad un quesito prevarrà! Si, perché ora come ora, nel momento in cui ci sorge una domanda, la reazione più immediata è quella di accedere a Google ed inserirvi una o più parole chiave: in meno di un secondo questo è in grado di fornire informazioni esaustive a riguardo. Il problema di questa procedura, però, riguarda un aspetto non trascurabile delle informazioni ricavate: le fonti sono affidabili? Sono certificate? E ciò che stiamo fruendo, è la realtà, o c’è qualche cosa, anche dettaglio, che non corrisponde al vero? A New York una soluzione c’è, ed è la più antica e tradizionale che si possa immaginare! A partire dal 1960 è possibile rivolgersi, per i quesiti, all’”ufficio domande” della New York Public Library, che in 120 anni di esperienza, è riuscita a creare un archivio di risposte argomentate ed immediate, e per i temi o domande impreviste, effettua un’accurata ricerca e fornisce un’altrettanto dettagliata risposta in pochi minuti o poche ore. L’ufficio domande della NYPL è composto da persone in carne ed ossa che rispondono al numero 917-ASK-NYPL, veri e propri operatori che lavorano per certificare informazioni e soddisfare anche le più impensabili curiosità (es. domanda da repertorio: “Quanti sovrani inglesi erano mancini?”). Tutto ciò è possibile grazie all’immensa offerta di questa istituzione bibliotecaria newyorchese, che al suo interno conta un totale di 80 milioni di articoli e 60 milioni di volumi. Le chiamate sono in media circa 300 al giorno, e le risposte possono essere fornite via telefono, via whatsapp, email, o live chat connettendosi tramite il sito della biblioteca!

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?