Novità in uscita nella settimana dal 2 al 7 Luglio 2012

ROMANZI

Cosa passa per la testa di un uomo mentre si sottopone al rito noioso e ansiogeno del taglio dei capelli? Attraverso un flusso narrativo fatto di pensieri, ricordi ed eventi in presa diretta, entriamo in quella testa che sta per essere cambiata per sempre dal taglio di capelli perfetto. Una vita intera rivisitata attraverso il filtro della sua ossessione: i capelli. L’infanzia e l’adolescenza negli anni Settanta dominati dai tagli afro, il rapporto con un miglior amico insopportabile dai riccioli curatissimi, una moglie a cui viene rubata misteriosamente una parrucca, un cane che quando viene tosato diventa irascibile, e soprattutto un nuovo parrucchiere: Celso, un paraguayano che ha il potere di cambiare le vite che lo sfiorano con la leggerezza affilata del suo tocco di forbici.

Storia dei capelli” di Alain Pauls. Dal 5 luglio in libreria. Edizioni Sur.

Il XX secolo è caratterizzato, per la storia cinese, da due date che danno un’idea dello straordinario cammino compiuto dal Paese in un periodo storico relativamente breve. Nel 1912 in Cina si concluse l’epoca feudale, dopo secoli in cui si sono succeduti signori della guerra, imprenditori occidentali, soldati, missionari e invasori giapponesi, in lotta tra loro e contro il popolo cinese. Nel 1949 è salito al potere Mao Tse Tung, che ha avviato la modernizzazione forzata del Paese. In questo libro Xinran dà voce per la prima volta alle persone comuni, alla “generazione silenziosa” che ha assistito, nel corso della propria esistenza, alla dirompente trasformazione della Cina da paese agricolo a stato moderno. L’autrice ha viaggiato per tutto il paese, raccogliendo le testimonianze dirette degli anziani, ascoltando le loro storie, le loro lotte, le loro paure, i loro sogni. Parlano così per la prima volta in queste pagine un’ambulante del mercato, insegnanti in pensione, calzolai, tassisti e altri uomini e donne “comuni” sopravvissuti a guerre, invasioni, rivoluzioni e carestie, che raccontano la loro storia privata che si intreccia e confonde con quella politica e sociale, dando vita a un affresco di straordinaria intensità, a uno sguardo dietro le quinte di questo secolo straordinario per la Cina.

“Le testimoni silenziose” di Xinran. Dal 5 luglio in libreria. Longanesi editore.

Pur di sfuggire alla modesta fattoria in cui è nata e cresciuta e coronare il sogno di vivere in città, spinta dall’illusione del benessere e dell’affrancamento sociale, l’ingenua Mary Louise accetta di sposare il poco attraente Elmer, più vecchio di lei e desideroso di trovare moglie solo per dare un erede all’attività di famiglia. Si trova dunque intrappolata in un matrimonio senza amore, tormentata per giunta dalle cognate nubili che non le perdonano di aver turbato la loro esistenza rigida e abitudinaria, tesa a conservare un’apparenza di rispettabilità, e si rintana in un mondo tutto suo, al confine tra realtà e immaginazione, in compagnia del cugino invalido Robert. Tra i due nasce un amore romantico, mai consumato e per questo più intenso, a cui Mary Louise consacrerà la propria vita, trovando finalmente le parole per esprimere i propri sentimenti nei romanzi russi che Robert le legge in un cimitero di campagna abbandonato. Ma nell’ambiente chiuso e conformista che la circonda basta un minimo scarto dalla norma per veder segnato il proprio destino.

“Leggendo Turgenev” di William Trevor. Dal 5 luglio in libreria. Guanda editore.

María del Carmen è bella, giovane e «bionda, biondissima», va fiera dei suoi capelli e della sua libertà, vorrebbe conoscere l’inglese per poter cantare i testi dei Rolling Stones, ama il rock e adora la salsa, i ragazzi e le ragazze, l’alcol e le droghe; la sua storia travolgente e tragica, con la vitalità disperata e la sensuale autodistruzione che stillano da ogni pagina, restituisce appieno la profonda rivoluzione sociale, musicale, sessuale e dei costumi che negli anni Settanta attraversò Cali, la città colombiana dove è ambientata. María ha una voce letteraria così potente che sarà impossibile non innamorarsene.

“Viva la musica!” di Andres Caicedo. Dal 5 luglio in libreria. Edizioni Sur. 

È il 1758 e l’Europa è in subbuglio. La Guerra dei sette anni è nella sua fase più acuta e a Londra se ne sentono gli effetti: frode, inganno, menzogna e raggiro sono il pane quotidiano dei cittadini. In tutto questo Lord John Grey, nobiluomo e ufficiale dell’esercito di Sua Maestà insegue un amore clandestino e un pericoloso segreto di famiglia. Dalle caserme al palazzo, dalle parate ai campi di battaglia in Prussia, Lord John dovrà affrontare mille pericoli e peripezie alla ricerca della verità. Ma solo sulle colline rocciose del Lake district, nel nord dell’Inghilterra, incontrerà l’uomo che detiene la chiave di tutto il mistero: l’enigmatico prigioniero giacobita Jamie Fraser.

“Lord John e i fantasmi del passato” di Diana Gabaldon. Dal 5 luglio in libreria. Corbaccio editore.

Algeria, 1957. Nel pieno di una guerra feroce e logorante, tre uomini si trovano riuniti nello stesso luogo, una villa sferzata dal vento del deserto, a condividere un angolo di inferno. Il capitano francese André Degorce, reduce della prigionia in Indocina e già giovane partigiano sopravvissuto alla barbarie di Buchenwald, guida ora la divisione incaricata di stroncare la resistenza algerina. Suo adesso è il ruolo del carnefice, del torturatore e ha appena conseguito un importante successo: l’arresto di Tahar, il Puro, uno dei massimi capi dell’ALN, braccio armato dell’esercito di liberazione.
Di fronte a quest’uomo inflessibile e consapevole del proprio destino, e con cui intraprende un duro e intenso dialogo, Degorce sperimenta il castigo interiore dell’aguzzino, di colui che non riesce più a ritrovare se stesso dietro i comandi di morte che pure impartisce. È il tenente Andreani, che con il capitano ha già condiviso gli orrori del passato, a svelare la menzogna morale che si cela dietro la tortura e a mostrargli la verità di quella spietata pedagogia della guerra cui tutti loro partecipano.
Jérôme Ferrari, attraverso la voce di tre personaggi uniti dalla Storia e divisi da un dolore che non può essere condiviso, fa i conti con una lacerante pagina di storia e riflette, con uno stile crudo e diretto, sul tema dell’impossibilità dell’espiazione, sulla violenza intrinseca alla condizione umana.

“Dove ho lasciato l’anima” di Jerome Ferrari. Dal 5 luglio in libreria. Fazi editore.

THRILLER, GIALLI E NOIR

Quest’estate in un campo nudista in Murcia qualcuno deve morire. Ma chi? È quello che vuole scoprire Juanito Pérez Pérez, quarantenne, timido, divorziato, anonimo rappresentante di un’industria farmaceutica, che cela un’altra identità: è il Numero 3,  killer al servizio di una società di sicari, che non si è mai posto domande sulla sua professione. Fino a oggi. Perché in quel campo nudisti lui è in vacanza con i figli. E con sua grande sorpresa, incontra anche la sua ex moglie e il nuovo fidanzato, il giudice Baltasar. Per la prima volta Juanito si trova letteralmente nudo, di fronte alla vita e di fronte alla morte di cui per anni è stato portatore. Ma non è solo: con la bella Jolanda riscopre l’amore ritrova la passione per la vita attraverso un percorso tra  arte, poesia, letteratura e buona cucina, guidato dal professor Andrés Camilleri, uno strano vecchio che assomiglia così tanto a un certo scrittore…

“Nuda è la morte” di Carlos Salem. Dal 5 luglio in libreria. Marco Tropea editore.

Filippo Carnevali è uno sbirro. Fa uno sporco lavoro, nel modo più sporco. Tutto può andare bene, su tutto si può sorvolare – anche sulla sua ambigua condotta morale – finché non commette un grosso errore. Qualcuno riesce a uccidere il testimone che lui avrebbe dovuto sorvegliare insieme a un collega. Comincia così un’indagine che, per Carnevali, è un viaggio nel profondo della propria anima nera. Passando, prima, attraverso la carne: quella viva e quella morta.

“Carne” di Marcello Fois e Daniele Serra. Dal 5 luglio in libreria. Guanda editore.

C’è una stanza negli Archivi Nazionali di Washington in cui nessuno, tranne il presidente degli Stati Uniti,  può entrare. È una stanza piccola, dipinta di bianco, arredata semplicemente. All’apparenza nulla di speciale. Ma custodisce segreti terribili, segreti che possono portare alla morte. Tutti la chiamano la Cripta. Beecher White è un giovane archivista timido e impacciato, da sempre è incuriosito da quella stanza e dai suoi misteri. Una mattina, incaricato di preparare il materiale per la visita presidenziale, riesce finalmente a entrarvi. E per puro caso, fa una scoperta sconvolgente: nascosto nell’imbottitura di una sedia, si nasconde un libro, antico di duecento anni, appartenuto a George Washington. Un libro che da allora si tramanda solo dalla mano di un presidente degli Stati Uniti all’altro. Tra le sue pagine è sepolta la storia di una società segreta, una società che affonda le sue radici nelle pieghe lontane del tempo e i cui membri sono pronti a uccidere senza pietà chiunque cerchi di svelare la loro esistenza. Beecher si trova all’improvviso catapultato in una rete di inganni, trame e sangue. La sua vita è in pericolo e l’unico modo per salvarsi è scoprire la vera storia del libro e dei suoi pericolosi custodi… A un solo giorno dall’uscita L’archivio proibito ha battuto tutti i record, balzando immediatamente al primo posto della classifica dei libri più venduti del «New York Times». Brad Meltzer, all’apice della sua ispirazione, ha costruito un thriller elettrizzante e ingegnoso sui segreti della storia e la magia dei libri.

“L’archivio proibito” di Brad Meltzer. Dal 5 luglio in libreria. Garzanti editore.

«Se io potessi scrivere tutto, farei stupire il mondo.» Figlia illegittima del duca di Milano Galeazzo Maria Sforza e di Lucrezia Landriani, Caterina crebbe nella raffinata corte di Milano della seconda metà del Quattrocento. La sua affascinante vicenda personale e politica è raccontata in questo romanzo dalla voce della sua dama di compagnia, Dea, esperta lettrice di tarocchi. Mentre Dea cerca nelle sue carte il nome dell’assassino del marito di Caterina, lei sfida le convenzioni sociali in nome della passione e combatte contro chi vuole rubarle le terre e il titolo. Ma le carte di Dea non mentono, e mostrano un nome, quello dell’uomo che riuscirà a distruggerla, Cesare Borgia…

“La lettrice di tarocchi” di Jeanne Kalogridis. Dal 5 luglio in libreria. Longanesi editore.

Torna Enzo Baiamonte, l’atipico detective del Libro di legno. L’elettrotecnico palermitano ha ormai definitivamente chiuso bottega, su sollecitazione della sua Rosa, la sarta con la quale intrattiene ormai una relazione stabile, e ha presentato domanda per diventare investigatore professionista.

Indaffarato da un lato come elettricista nei preparativi di una grande festa rionale e dall’altro lato come segugio per scoprire l’autore di strani furti nella tomba di famiglia di Rosa, Baiamonte deve affrontare la scomparsa di un suo collega di lavoro, Rino, che sembra essere l’indiziato numero uno delle effrazioni in camposanto. L’indagine di Enzo scorre parallela all’apparizione di un singolare personaggio, Toni Spica, atteso per una esibizione alla festa. Spica è uno «scappato», uno che ha dovuto abbandonare la Sicilia per sfuggire alla faida decretata dalle cosche mafiose vincenti, e che adesso può tornare a casa per coronare il suo sogno: interpretare sul palco le sue amate canzoni napoletane. Sullo sfondo lo scenario tutto palermitano delle feste rionali con il loro repertorio neomelodico e di tutti i malaffari che vi ruotano intorno. Con questo romanzo Costa si conferma lo scrittore che Il libro di legno aveva promesso.

“Festa di piazza” di Gian Mauro Costa. Dal 5 luglio in libreria. Sellerio editore.

FANTASY

Le chiamano «ondate di magia». Quando si abbattono sulla città di Atlanta, tutti gli strumenti tecnologici smettono all’improvviso di funzionare e le creature della notte riacquistano i loro poteri soprannaturali: durante quel periodo, sono i mercenari della magia gli unici in grado di arginare la violenza e di proteggere la popolazione inerme. Naturalmente solo dietro adeguato compenso. Per Kate Daniels, non è quindi una sorpresa ricevere la visita di Ghastek, il temibile capo dei vampiri. Lo è invece la notizia che lui le riferisce: Greg Feldman, mentore e amico della giovane mercenaria, è stato assassinato, insieme con una delle creature al servizio del Padrone dei Morti. Sconvolta, Kate decide subito d’indagare e, in breve tempo, i suoi sospetti si concentrano su un membro della comunità dei mutaforma di Atlanta, da sempre in lotta contro Ghastek e i suoi servi. Trascinata in un’oscura rete d’intrighi e tradimenti, Kate dovrà quindi fare appello a tutto il suo coraggio, se vorrà vendicare la morte di Greg e scongiurare la sanguinosa guerra che sta per scoppiare tra vampiri e mutaforma, una guerra che rischia di distruggere l’intera città…

“La città delle tenebre” di Ilona Andrews. Dal 5 luglio in libreria. Nord editrice.

RAGAZZI

Jonathan e Rosalind non si sono mai visti, ma una sera si trovano per caso online e cominciano a parlarsi in chat. Jono ha 16 anni, vive a Norfolk e soffre per la lontananza di Freya, la sua ragazza, che frequenta una scuola di musica a Londra, dove i suoi genitori gli hanno impedito di andare.

Ros, invece, ha 14 anni, vive a Londra, ha una famiglia poco presente e una migliore amica che vuole trascinarla a uscire con un gruppo di ragazzi artistoidi un po’ troppo strani per i suoi gusti. Jono e Ros cominciano a sentirsi tutti i giorni, tra chat, e-mail e sms.

Quando all’improvviso, mentre il loro rapporto virtuale diventa sempre più profondo, Freya sparisce, ultima di una serie di ragazze scomparse a Londra, e Jono diventa l’indiziato numero uno…

“Questo è solo l’inizio” di Gina Blaxill. Dal 3 luglio in libreria. Piemme editore.

VARI

Le personalizzazioni della scrittura proiettano le re- lazioni che lo scrivente ha con il mondo in cui vive e con il proprio mondo interiore, essendo la scrit- tura una comunicazione non solo intenzionale, ma anche guidata dall’inconscio.

Perciò parlano di noi: lettere, segni, occhielli, aste, filetti, inclinazioni, misure, margini, pressione della mano, continuità, sintesi, chiarezza… Il Manuale di grafologia è lo strumento teorico e pratico ideale che insegna rapidamente ad analiz- zare la scrittura degli altri – e naturalmente la pro- pria – per capire caratteri e tendenze.

“Manuale di grafologia” di Paolo Bruni. Dal 5 luglio in libreria. Vallardi editore.

Sarà capitato anche a voi di svegliarvi la mattina pentiti di quello che avete combinato la sera prima, di avere mandato un SMS compromettente alla persona sbagliata, o di essere stati un po’ troppo sinceri per colpa dell’alcol o della stanchezza… Chiunque si sia ritrovato il mattino dopo a guardare con orrore sul suo telefonino gli SMS inviati la notte prima, con questo libro scoprirà di essere in buona compagnia – e potrà farci una bella risata sopra.

“Guarda che mi hai dimenticato sul balcone” di Anna Koch e Axel Lilienblum. Dal 5 luglio in libreria. Tea editore.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?