Miss Charity – Marie-Aude Murail

Titolo: Miss Charity
Autore: Murail Marie-Aude
Casa Editrice: Giunti Editore
Genere: Romanzo
Traduttore: Federica Angelini
Pagine: 480
Prezzo: 12.90 €

Charity è una bambina curiosa e intelligente, dotata di grande ironia. Creativa e sensibile, ha tutte le carte in regola per vivere una vita interessante. Purtroppo, però, nell’Inghilterra del 1800 ad una ragazzina non si addicono ambizione e spirito di iniziativa: bisogna mostrarsi beneducata, silenziosa e remissiva.

Per sfuggire al mondo degli adulti che non la capisce, Charity si rifugia al terzo piano del suo palazzo borghese in compagnia di un allegro serraglio: topolini, coniglietti, ricci, ranocchi…ai quali si aggiungono una domestica un po’ folle e una governante francese che inizierà la ragazzina alla pittura. Charity si dedica con passione al disegno, allo studio di Shakespeare, all’osservazione scientifica della natura: occupazioni eccentriche, per una giovane della buona società, che le permetteranno, tuttavia, di diventare una donna libera ed indipendente, in barba a tutte le regole borghesi dell’epoca vittoriana.

Un romanzo piacevole, fresco e divertente. Un delizioso affresco vittoriano, tra salotti della buona società, matrimoni di convenienza, pettegolezzi, rigide regole di comportamento: pare proprio che l’autrice si diverta nel prendersi gioco dei costumi del tempo, nel ridicolizzare con leggerezza la società un po’ snob attenta alle apparenze, riuscendo, di contro, a celebrare la cultura dell’epoca, dal teatro alla letteratura.

Ben curati tutti i personaggi; piacevoli i dialoghi resi come in un copione teatrale, con scambi ironici ed intelligenti. Ci si affeziona in particolare a Charity, al suo sguardo ironico verso la società, al suo essere sognatrice, alle sue sagaci osservazioni: una protagonista incantevole, un ritratto di donna nel contempo eccentrico e semplice.

Ispirata alla celebre illustratrice di albi per bambini Beatrix Potter, questa ragazza dimostra come la creatività può essere un modo per fuggire dalla noia, dall’omologazione e per determinare il proprio futuro. “Mi dicevo che un giorno quella vita immobile sarebbe finita, che sarebbe successo qualcosa, che quel qualcosa sarebbe venuto da me e che tutti i miei sforzi, apparentemente assurdi, avrebbero avuto finalmente un senso” (pag.262).

Molti gli ingredienti sapientemente mescolati dalla Murail: divertimento, cultura, valori, personaggi brillanti, dialoghi frizzanti e – come poteva mancare? – una delicata storia d’amore. Piacerà alle ragazze…senza limitazioni d’età!

 

0

Acquista subito

Chiara Barra

Se dovessi partire per un’isola deserta, e potessi portare con me soltanto un libro...sarebbe un’ardua impresa! Come immaginare la vita senza il mistero di Agatha Christie, la complessità di Milan Kundera, la passione di Irène Nemirovsky, l’amarezza di Gianrico Carofiglio, il calore di Gabriel Garcia Marquez, la leggerezza di Sophie Kinsella (eh sì, leggo proprio di tutto, io!). Ho iniziato con “Mi racconti una storia?” e così ho conosciuto le fiabe, sono cresciuta con i romanzi per ragazzi che mi tenevano compagnia, mi sono perdutamente innamorata dei classici...che ho tradito per i contemporanei (ma il primo amore non si scorda mai)!

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?