Incubatore 2013: l’editoria del futuro

Anche quest’anno l’Incubatore torna al Salone del Libro di Torino per la settima edizione, pronto a portare con sé 22 editori in erba, ma pieni di passione, e dar loro un’opportunità di crescere e mostrarsi. L’iniziativa è rivolta alle piccole realtà editoriali, con meno di 24 mesi di vita e non legate a gruppi editoriali più vasti: a loro disposizione sono messi spazi con costi contenuti, una sala incontri gratuita e agevolazioni sulle spese di soggiorno; insomma, tutto l’occorrente per verificare direttamente sul campo la validità dei propri prodotti, confrontandosi con gli operatori del settore e il grande pubblico. Un’opportunità di visibilità unica declinata in più di 40 incontri e oltre 100 operatori, che da giovedì16 a lunedì 20 maggio si alterneranno in un programma vasto ed articolato.

Tra gli appuntamenti più interessanti in programma, una panoramica sulla letteratura brasiliana, a cura di A.C.I.M.A – Edizioni Mandala sabato 18 maggio. Un focus sull’editore come scopritore di talenti, a cura di Edizioni esordienti e-book, in programma venerdì 17, può incuriosire i lettori alla scoperta degli autori che muovono i primi passi nel mondo dell’editoria. Sempre venerdì 17 è di scena Confessioni di un mangiatore d’oppio, il suggestivo romanzo autobiografico di Thomas De Quincey, presentato nella particolare versione di Edizioni Opposto. All’Incubatore non manca uno sguardo sempre puntato sull’attualità: lo dimostrano appuntamenti come Se stiamo insieme ci sarà un perché – La coppia di fatto si racconta, una presentazione dell’antologia di racconti curata da Claudio Finelli per Caracò editore, in programma domenica 19.


Il 2013 vede inoltre il ritorno di due iniziative che, nelle passate edizioni, si sono rivelate molto apprezzate e gradite ai partecipanti. Il primo è il ciclo di appuntamenti Striscia Business, che prevede, nella Sala Incubatore, 3 incontri – venerdì, sabato e domenica – con librerie indipendenti, biblioteche, distributori e operatori professionali. Gli editori esordienti hanno così l’opportunità, grazie a un confronto diretto con i professionisti del settore, di individuare le strategie migliori per farsi strada nel mercato editoriale. Il secondo è Incubatore… e poi!, progetto nato nel 2009 e dedicato alle case editrici che hanno preso parte alle precedenti edizioni dell’Incubatore. Tutte le sere alcuni degli ex partecipanti tornano nella Sala Incubatore da attori affermati del mondo editoriale, per raccontare il proprio percorso e presentare le novità. Tra gli appuntamenti in programma, sabato 18, Il gusto delle parole – Parole, musica e assaggi, un evento che coniuga letteratura, enogastronomia e musica, a cura di Alfaudiobook Audiolibri.


Per la prima volta l’Incubatore sbarca al Salone off. Venerdì 18 e sabato 19, nella Circoscrizione 4, all’ex cartiera di Via Fossano 8, viene allestita una selezione dei titoli degli ex partecipanti al progetto Incubatore presenti quest’anno al Salone con un proprio stand. In contemporanea, sono in programma incontri in cui autori affermati e autori editi dai partecipanti all’Incubatore si confrontano su temi quali: donne contemporanee, venerdì 18, con Ivana Trevisani di Poiesis, Maria Grazia Giordano di Edizioni ComPagine e il sociologo, giornalista e scrittore Khaled Fouad Allam; percorsi di integrazione, sabato 19, con ospite, tra gli altri, Giovanni Marchese di Tunuè.

 
 
0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?