Il giorno del sacrificio – Mark Roberts

Titolo: Il giorno del sacrificio
Autore: Roberts Mark
Genere: Giallo & Thriller
Traduttore: Paolo Scopacasa
Pagine: 323
Prezzo: 18.60 €

Questo romanzo segna l’esordio dello scrittore inglese Mark Roberts e nonostante questo il suo è un thriller che mostra fin dalle prime pagine la qualità di un autore d’esperienza. La trama non è complessa e a prima vista sembrerebbe la solita caccia al serial killer di turno, condotta dal tradizionale poliziotto incompreso dai suoi superiori, ma in realtà la bellezza del libro consiste nello spiazzare il lettore, senza essere eccessivamente brusco nell’uso della suspense.

L’azione si svolge a Londra, invece che nelle classiche claustrofobiche città americane. I colori che caratterizzano l’azione sono il nero ed il rosso, ma l’oscurità non è quella della notte, bensì quel buio dell’anima che pervade il serial killer quanto il detective, quella paura del senso della vita che ci contagia come un virus; il rosso non è da vedere tanto come colore del sangue, ma piuttosto del fuoco che,  a detta dell’antagonista, sarebbe il segno della purificazione.

Il prologo è forse uno dei primi segnali per capire la bellezza di questo libro: lo scrittore entra con immediatezza nella scena, facendoci subito comprendere che c’è un serial killer che ha già colpito quattro volte. Il suo  modus operandi consiste nel rapire donne incinte per  poi toglier loro la vita e asportarne i feti. David Rosen, detective incaricato di occuparsi del caso, non tralascerà alcuna pista per scoprire un colpevole che sembra non lasciare traccia. La più intrigante sembra quella suggerita da un sacerdote dall’oscuro passato da esorcista in Africa, Padre Flint, che  suggerirà al nostro detective come le azioni di questo assassino rispecchino quelle del satanista medievale fiorentino Alessio Capaneo, il quale voleva sacrificare sei donne per evocare il maligno.

Il detective sembra solo in questa sfida per capire il colpevole, una solitudine dovuta ai suoi problemi famigliari, ai superiori che spesso l’ostacolano e ai dubbi su quali persone poter contare.

Una lotta sempre più frenetica in cui si alterna la paura delle vittime che si trovano sia  nel buio fisico del nascondiglio in cui si trovano , sia nel buio interiore, quello della paura della loro sorte che l’attesa rende ancora più inquietante e drammatica.

Ogni personaggio è caratterizzato con precisione; persino anche la psicologia delle vittime che appaiono per poche righe è descritta in maniera minuziosa e dettagliata: sembra di vedere non solo i volti dei protagonisti, ma anche l’espressioni dettate da quello che il loro animo sta vivendo. L’ambientazione è curata nei minimi dettagli:  il lettore vede con gli occhi dei protagonisti e percepisce forme e colori in modo molto vivo e trasparente.

Un thriller da una doppia lettura: la prima in cui il lettore come in un film segue l’evolversi della vicenda, trascinato vorticosamente dalla scadenza del rito che il serial killer sta seguendo; la seconda in cui si percepisce la bellezza della tensione ed  i colori che l’autore sa evocare nell’animo di chi legge.

 

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?