Salone Torino: I titoli più venduti

Per fortuna il mondo dei libri, almeno per il Salone di Torino, pare non essere in crisi. Di seguito vi riportiamo i titoli più venduti dei più noti editori. Le vendite hanno fatto un deciso balzo in avanti con una curva che da un +10% va fino ad un +50%, con i medi editori, più dei grandi, in vetta alla classifica.
Ne sa qualcosa l’editore romano Minimum Fax che rispetto all’anno scorso ha venduto esattamente la metà in più del totale di volumi venduti alla scorsa edizione del Salone: a rendere possibile il miracolo è stato soprattutto il cofanetto Gadda e Pasolini: antibiografia di una nazione di Fabrizio Gifuni e Giuseppe Bertolucci.
Segue, in ordine, Sperling&Kupfer con il +47% e Fandango con il +35%, che ha pubblicato il gettonatissimo Diaz di Alessandro Mantovani. Anche Piemme non può lamentarsi, con un +25% grazie alle osannate Avventure di Marco Polo di Stilton.
Più 20% anche per gli audiolibri di Emons con I Sillabari di Goffredo Parise, letto e interpretato da Nanni Moretti e Odore di chiuso di Marco Malvaldi letto da Alessandro Benvenuti.
E poi, al +15%, la Newton Compton con Il quadro segreto di Caravaggio di Francesco Fioretti.
Percentuali più modeste, ma ugualmente confortanti per Mondadori ed Einaudi (+12%) soprattutto grazie ai due titoli da top ten Giochiamo ancora de succitato Alex e Il Rumore dei baci a vuoto dell’eclettico Luciano Ligabue. Più 10% per Feltrinelli che battezza come più venduti Tre volte all’alba di Alessandro Baricco e Il torto del soldato di Erri De Luca; ma anche La macchina del cuore della rockstar francese Mathias Malzieu.
Più 10% anche per il Gruppo Rcs, con il successo di Grazie per quella volta di Serena Dandini, Il disagio della libertà di Corrado Augias e Il silenzio dell’onda di Gianrico Carofiglio, e Bompiani, con L’estranea di Patrick McGrath, seguito a sorpresa da GromStoria di un’amicizia, qualche gelato e molti fiori di Federico Grom e Guido Martinetti.
Anche Iperborea si attesta al +10% con al top I poeti morti non scrivono gialli di Bjorn Larsson,
In linea con il 2011, invece, Sellerio, Voland ed Edt.
Naturalmente, c’è anche chi non ha goduto del trend positivo, come la Pendragon che dichiara un calo del 30%. Lieve flessione anche per Edizioni Nottetempo.

Fonte: Leggo.it

0

Ti potrebbero interessare...

  • http://Www.tunue.com Emanuele Di Giorgi

    Tunué + 40% grazie a La notte dei giocattoli, graphic novel per ragazzi, tratto da un’opera inedita di Dacia Maraini e il crescente successo di Paco Roca

  • Matteo

    Comunque non è La macchina del cuore ma La meccanica del cuore, il libro di Malzieu. Errore non vostro ma apparso nel comunicato stampa del Salone da cui Leggo ha preso e copiato e incollato il pezzo senza verificare:-)

Login