La primavera dei libri

Domani prende il via la sesta edizione del Maggio dei Libri, la campagna nazionale promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Con cinque anni di successi alle spalle, il Maggio dei libri è diventato un appuntamento atteso e diffuso in tutta Italia. In programma dal 23 aprile, Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, al 31 maggio. A scandire la ricchezza di questa sesta edizione arrivano per la prima volta i filoni tematici, che declineranno il valore della lettura. Ecco quindi Shakespeare 400, legato alla ricorrenza ad aprile dei 400 anni dalla morte del Bardo in collaborazione con il British Council si stanno organizzando eventi nelle scuole e in sedi istituzionali. La biblioterapia, con i suoi benefici per i mali dell’animo, le Little Free Library casette in legno stipate di libri in libera consultazione al motto Prendi un libro, porta un libro!

Fra le tante iniziative organizzate per il Maggio dei libri,  Prende il via il 23 aprile e prosegue per un mese esatto il progetto La fiaba e… organizzato alla scuola elementare Don A. Mori di La Spezia, interamente dedicato a Roald Dahl e alle sue straordinarie storie per bambini, mentre  La Biblioteca comunale di Imola lancia un Percorso di lettura – dal 23 aprile al 31 maggio per ragionare sul valore del leggere nella formazione dell’individuo e si interrogandosi sulle modalità e le sedi di recupero del libro e dell’informazione in tutte le forme e sull’incisività dell’ambiente digitale nella ridefinizione della pratica della lettura, stimolando una riflessione sul rapporto lettura/scrittura e sul mestiere di scrivere.

L’edizione 2016 ribadisce la propria ispirazione originaria, alla base dei suoi successi anno dopo anno: portare i libri fuori dai loro contesti tradizionali per dimostrare che sono di casa in ogni luogo. In un’ottica di lettura condivisa, che favorisca l’interazione fra tipologie di pubblico diverse e coinvolga quanti più luoghi possibili della “quotidianità”, la campagna invita a organizzare eventi non solo negli spazi istituzionali, ma anche nei locali pubblici e ovunque detti la fantasia. Al termine della campagna, ai migliori progetti  sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2016.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?