Inquietante delitto in Vaticano – Flaminia P. Mancinelli

Titolo: Inquietante delitto in Vaticano
Autore: Flaminia P. Mancinelli
Data di pubbl.: 2017
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Genere: Giallo & Thriller
Pagine: 416
Prezzo: 9,90

“Tu sei una mia amica e io vorrei proteggerti. Ci sono uomini senz’anima, demoni più che essere umani, che sfuggono al controllo di chi guida la Chiesa. E… in certi casi l’influenza demoniaca arriva a corrompere persino chi è proposto a sorvegliare le opere, e questi anziché essere giudici si trasformano in protettori dell’infamia”.

Siamo a Roma, 2014: omicidi in rapida sequenza all’interno di alcuni cunicoli di segrete catacombe fanno ipotizzare al tenente Serra e alla sua squadra di investigatori l’azione di un serial killer. Identikit delle vittime: giovani ragazze straniere, che si sono allontanate dal loro gruppo turistico per qualche ragione. Sui loro corpi ci sono pochi indizi, perché lavati con cura. Il primo ad essere sospettato è il custode di Villa Ada, dove è stata ritrovata la prima vittima. Ma i cunicoli sono chiusi e solo il parroco responsabile di quell’area ha le chiavi. Un coinvolgimento della curia sarebbe cosa sgradita nelle indagini e Serra non è un buon mediatore. Così la sua fidanzata francese, fingendosi giornalista-apprendista, si mette a fare ricerche e domande in modo parallelo, puntando dritto in Vaticano. Ma diventa anche lei presto una presenza scomoda e l’assassino la tiene sotto controllo, ma a debita distanza. La cosa strana di tutta questa vicenda è che ad una settimana di distanza dal primo ritrovamento del cadavere, non ci sono indizi, prove, indagati e la polizia brancola nel buio. Riuscirà il tenente Serra a risolvere il complicato caso?

Thriller intenso e veloce, grazie alla stesura del testo sottoforma di continui dialoghi. Nei primi capitoli sembra quasi essere arrivati alla risoluzione del caso, ma tutto viene ribaltato con continui colpi di scena e alibi che scagionano il primo indiziato. La presenza della curia nella lista degli indagati lascia sempre quell’amaro in bocca, difficile da mandar via. Proprio loro dovrebbero essere d’esempio per la cittadinanza comune ed invece un loro potenziale coinvolgimento in un omicidio è davvero difficile da accettare.

1

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?