I libri salvati dai bambini

buoiNon importa quanto le generazioni cambiano, non importa se i bambini sembrano crescere sempre più in fretta, la favola della buonanotte è tutt’ora un rito al quale la maggior parte delle famiglie non rinunciano.

Anche in questo “settore” la tecnologia regala i suoi vantaggi ai quali i neo genitori non sanno dire di no. In primo luogo Internet, fonte inesauribile di spunti per inventare fiabe originali o per scoprirne di nuove. Sempre più usato è il tablet, freddo nemico del libro, che con la sue innumerevoli app permette ai genitori di scaricare le storie anche in formato audio e permette al bambino di comporre da solo la sua storia.

Tuttavia il caro libro non se la cava per niente male, anzi secondo i dati sono proprio i testi per i più piccoli a sostenere il mercato dell’editoria. Il libro è anche esperienza sensoriale, sfogliare le pagine, il profumo della carta, i disegni da colorare sono tutti elementi importanti per lo sviluppo cognitivo del bambino. I bambini tra i 2 e i 5 annibuonanotte che sfogliano a colorano libri al di fuori dell’orario scolastico sono ben il 63% contro un misero 43% degli adulti, che sembrano non riuscire a ritagliarsi nemmeno due minuti per un buon libro.

 Non ci resta che sperare che questi piccoli lettori non abbandonino mai questa strada, che continuino a scoprire mondi
nuovi e misteriosi. Poco importa se per ora il loro più grande best seller è Peppa Pig, cresceranno e siamo sicuri che saranno degli amanti dei libri meravigliosi!

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?